La Polonia deve preparare l'esercito per un conflitto su vasta scala, afferma il capo dell'esercito

VARSAVIA —

La Polonia deve preparare i suoi soldati a un conflitto totale, ha affermato mercoledì il capo di stato maggiore delle sue forze armate, mentre il paese aumenta il numero di truppe al confine con Russia e Bielorussia.

Le relazioni della Polonia con la Russia e il suo alleato Bielorussia si sono notevolmente deteriorate da quando Mosca ha inviato decine di migliaia di soldati nella vicina Ucraina il 24 febbraio 2022, dando inizio a una guerra che è ancora in corso.

“Oggi dobbiamo preparare le nostre forze per un conflitto su vasta scala, non per un conflitto di tipo asimmetrico”, ha affermato in una conferenza stampa il capo di stato maggiore dell'esercito, generale Wieslaw Kukula.

“Ciò ci obbliga a trovare un buon equilibrio tra la missione di confine e il mantenimento dell'intensità dell'addestramento nell'esercito”, ha affermato.

Intervenendo allo stesso evento, il viceministro della Difesa Pawel Bejda ha affermato che a partire da agosto il numero di truppe a guardia del confine orientale della Polonia sarà aumentato dagli attuali 6.000 a 8.000, con una retroguardia aggiuntiva di 9.000 uomini in grado di intervenire entro 48 ore.

A maggio, la Polonia ha annunciato i dettagli di “East Shield”, un programma da 10 miliardi di zloty (2,5 miliardi di dollari) per rafforzare le difese lungo il confine con la Bielorussia e la Russia; si prevede che i piani saranno completati entro il 2028.

Il confine con la Bielorussia è diventato un punto critico da quando i migranti hanno iniziato ad affluire lì nel 2021, dopo che la Bielorussia ha aperto agenzie di viaggio in Medio Oriente offrendo una nuova rotta non ufficiale verso l'Europa, una mossa che l'Unione Europea ha affermato essere stata concepita per creare una crisi.

Quest'anno Varsavia ha aumentato la spesa per la difesa a più del 4% della sua produzione economica in risposta all'invasione russa dell'Ucraina.

Kukula ha anche affermato che l'attuale elevato interesse da parte dei candidati ad arruolarsi nell'esercito ha posto il dilemma se accettare più reclute di quelle previste nel budget, a scapito dell'acquisto di equipaggiamento militare, soprattutto perché, a suo dire, si prevede che l'interesse inizierà a calare drasticamente a partire dal 2027.

Le dimensioni delle forze armate erano di circa 190.000 unità alla fine dell'anno scorso, tra cui forze di terra, aeree, navali, forze speciali e forze di difesa territoriale. La Polonia prevede di aumentare questa cifra a 300.000 truppe entro pochi anni.

Ultime Notizie

Back to top button