La prima donna trans asiatica è Miss Maryland USA tra le controversie sui concorsi

La nuova Miss Maryland USA ha fatto la storia diventando la prima americana asiatica a vincere la corona nel concorso annuale e la prima donna transgender a vincere il titolo di Miss Maryland. Nel frattempo, il concorso Miss USA è ancora nel mezzo di una controversia che ha portato due concorrenti vincitori a rinunciare alle loro corone a causa di problemi con l’organizzazione.

Bailey Anne Kennedy, 31 anni, della contea di Montgomery, ora detiene la corona e rappresenta il Maryland a Miss USA dopo aver gareggiato e vinto il suo primo concorso in assoluto il 1 giugno.

“Essere la prima Miss Maryland USA a rappresentare tutti questi aspetti di ciò che significa essere meravigliosamente fiduciosi, significa tutto per me”, ha detto Kennedy in una nota. “Non la prendo alla leggera, è un onore”.

La recentemente incoronata Miss Maryland parteciperà al concorso di Miss USA ad agosto e dice che spera di avanzare al concorso di Miss Universo.

Questa vittoria per Kennedy e momento cruciale nel regno dello spettacolo avviene poiché l’ex Miss USA Noelia Voigt e Miss Teen USA UmaSofia Srivastava hanno recentemente rassegnato le dimissioni dai loro titoli solo tre mesi prima della fine del loro regno. Entrambi hanno fatto riferimento ai disordini all’interno dell’organizzazione Miss USA come motivo per dimettersi, sollevando scetticismo sull’immagine a volte controversa del concorso.

Parti della lettera di dimissioni di Voigt, che secondo quanto riferito sono trapelate alla stampa, descrivono un “ambiente di lavoro tossico” all’interno dell’organizzazione che aveva danneggiato in modo significativo la sua salute mentale e fisica. Ha aggiunto di aver sperimentato “palpitazioni cardiache, tremori del corpo, perdita di appetito, perdita di peso involontaria, perdita di sonno, perdita di capelli e altro ancora”.

Srivastava ha pubblicato la sua nota su Instagram, dicendo: “I miei valori personali non sono più in linea con la direzione dell’organizzazione”.

Molti hanno ipotizzato che i due stiano ancora trattenendo la condotta dell’organizzazione a causa degli obblighi legali derivanti dalle NDA.

Inoltre, anche un’ex direttrice dei social media per Miss USA, Claudia Michelle, ha parlato della presunta cattiva condotta dell’organizzazione, citando specifici maltrattamenti da parte del presidente, Laylah Rose.

L’organizzazione Miss USA ha risposto a Voigt e Srivastava su Instagram affermando di considerare il benessere dei suoi titolari una “massima priorità”, ma non ha risposto direttamente alle accuse di un luogo di lavoro tossico.

Dopo le dimissioni di Voigt, Miss Hawaii USA, Savannah Gankiewicz, ha accettato la corona.

Ultime Notizie

Back to top button