La protesta dei trattori si divide in campi pro e antigovernativi – Politica

Gli agricoltori che hanno organizzato proteste in Italia come parte di manifestazioni a livello europeo per evidenziare la loro difficile situazione si sono divisi sabato in campi pro-governativi e anti-governativi dopo che il premier Giorgia Meloni ha promesso aiuto durante i colloqui con le associazioni agricole venerdì.

“La riunione di ieri al ministero è andata male, siamo usciti solo con promesse”, ha detto Andrea Papa, uno dei portavoce del gruppo Riscatto Agricolo.

“Resta quindi il presidio della protesta sulla via Nomentana (vicino Roma).

“In effetti, lo rafforzeremo. Altri veicoli sono in arrivo.

“Lì avremo 1.000 trattori.

“(Il ministro dell’Agricoltura Francesco) Lollobrigida è venuto qui ieri (alla base della protesta) senza essere invitato e al suo arrivo è stato fischiato”.

Ma un altro contestatore, Roberto Rosati, vede le cose diversamente.

“Secondo me è stata una discussione costruttiva”, ha detto Rosati.

“Il ministro ha promesso che per noi la porta è sempre aperta”.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button