La questione non è se un uragano colpirà la Florida, ma quando, dicono i meteorologi

SANFORD, Florida—

Con l’inizio della stagione degli uragani a meno di un mese di distanza, venerdì i funzionari statunitensi che prevedono, si preparano e rispondono ai disastri naturali hanno lanciato un messaggio agli abitanti della Florida: la questione non è se un uragano colpirà, ma quando.

Si prevede che la stagione degli uragani del 2024 sarà più intensa della media. Per garantire che le persone ovunque siano preparate, i funzionari hanno visitato i residenti di Sanford, una città senza sbocco sul mare nel mezzo del Sunshine State.

Anche se non vivono sulla costa, hanno detto i funzionari ai residenti, hanno bisogno di conoscere il potenziale pericolo che gli uragani rappresentano per le loro proprietà, come le inondazioni; e mettere insieme un piano di emergenza che includa un kit di forniture.

“Tutti in Florida sono a rischio”, ha detto Michael Brennan, direttore del National Hurricane Center.

Come a sottolineare la vulnerabilità della Florida ai danni meteorologici, raffiche di vento di 114 km/h, poco meno della forza di un uragano, sono state registrate venerdì scorso a Tallahassee, dove metallo mutilato e altri detriti provenienti da edifici danneggiati hanno disseminato parti della capitale dello stato.

I funzionari di Sanford hanno portato con sé due aerei “cacciatori di uragani” utilizzati nell’impresa temeraria di volare nel mezzo delle tempeste per raccogliere dati sulla loro intensità e direzione.

Il WP-3D, gestito dalla National Oceanic and Atmospheric Administration, e il WC-130J, pilotato dalla US Air Force Reserve, volano direttamente negli occhi della tempesta, di solito tre volte durante un volo. Lo scopo di questi viaggi da far rizzare i capelli è raccogliere informazioni che possano aiutare i funzionari sul posto a prendere decisioni, ad esempio quando ordinare alle persone di evacuare.

L’aereo a elica della NOAA ha in genere 11-17 persone a bordo durante i voli attraverso gli uragani, inclusi l’equipaggio e gli scienziati. Dato che i voli durano solitamente otto ore, i membri dell’equipaggio portano con sé spuntini in abbondanza e c’è un forno a microonde, un frigorifero e una piastra elettrica per cucinare i pasti più elaborati.

Sebbene i viaggi possano essere molto accidentati, a volte non sono così turbolenti come previsto e i membri dell’equipaggio non si rendono conto che sono già nell’occhio di un uragano, ha affermato William Wysinger, un ingegnere di volo della NOAA che ha volato in una dozzina di missioni. attraverso gli uragani.

“Lo paragono a salire su un vecchio ottovolante di legno durante i momenti peggiori”, ha detto Wysinger.

Il National Hurricane Center prevede che la prossima stagione dell’Atlantico e del Golfo, che va dal 1° giugno al 30 novembre, supererà la media annuale di sette tempeste tropicali e sette uragani, e che tre delle tempeste saranno maggiori. Non tutti gli uragani colpiscono la terra.

Gli abitanti della Florida farebbero bene a ricordare 20 anni fa, quando quattro uragani si abbatterono consecutivamente nel giro di poche settimane, attraversando lo stato e tracciando percorsi di disastro, ha affermato David Sharp, meteorologo responsabile del National Weather Service di Melbourne, in Florida.

“Molti ricordano le devastazioni degli uragani Charley, Frances, Ivan e Jeanne: teloni blu e isolamenti rosa ovunque, insieme a vite sfollate”, ha detto Sharp. “Cicatrici sulla terra ma anche cicatrici sulla psiche della nostra gente.”

Centinaia di migliaia di nuovi residenti sono arrivati ​​in Florida dall’ultima stagione degli uragani, ed è importante che sappiano cosa aspettarsi e come prepararsi, ha affermato Robbie Berg, meteorologo del coordinamento degli avvertimenti presso il National Hurricane Center.

“Parla con i tuoi vicini”, ha detto Berg. “Molte persone in Florida hanno vissuto queste tempeste e possono aiutarti a superare una tempesta se non ne hai mai attraversata una prima.”

Ultime Notizie

Back to top button