La RAI cancella il dibattito televisivo tra Meloni e Schlein

Il dibattito televisivo sarebbe dovuto andare in onda il 23 maggio.

Lo scontro televisivo programmato tra la premier italiana di destra Giorgia Meloni e la leader del principale partito di opposizione Elly Schlein è stato annullato, ha detto giovedì l’emittente statale RAI.

L’atteso dibattito tra il leader di Fratelli d’Italia (FdI) e il leader del Partito Democratico (PD) di centrosinistra era andato in onda su Porta a Porta, il talk show RAI condotto dal giornalista veterano Bruno Vespa, il 23 maggio.

In un comunicato la Rai spiega che solo quattro partiti su otto hanno risposto agli inviti al dibattito, non raggiungendo la maggioranza richiesta dall’Autorità per le comunicazioni, l’Agcom.

Meloni e Schlein si candidano entrambi alle elezioni europee di giugno, anche se nessuno dei due occuperà il posto se eletto.

Il previsto duello televisivo aveva suscitato le critiche dei partiti d’opposizione tra cui il populista di sinistra Movimento 5 Stelle (M5s), i centristi Azione e il partito liberale Più Europa il cui leader Riccardo Magi ha detto: “O c’è un dibattito tra tutte le forze in campo, oppure non dovrebbe esserci lo scontro tra il leader del Pd e il premier.”

Critiche anche dall’interno della coalizione di governo: Antonio Tajani, vicepremier e leader del centrodestra Forza Italia, ha affermato che non esistono “leader di Serie A e Serie B”.

Dopo la notizia dell’annullamento del dibattito, il leader del M5S ed ex premier Giuseppe Conte ha scritto su X che si è cercato di “ingannare gli elettori” e che lo scopo dello scontro previsto era “polarizzare il voto, a scapito degli elettori”. tutte le altre proposte politiche.”

Conte ha sfidato la Meloni a partecipare ad un dibattito televisivo con lui e tutti gli altri leader sulla rete indipendente La7.

Credito fotografico: Andrea Raffin / Shutterstock.com.

Ultime Notizie

Back to top button