Esteri

La Roma bandisce i tifosi del Feyenoord per violenze 7 anni fa

I fan del Feyenoord hanno vandalizzato la fontana del Bernini nel 2015.

Le autorità della Roma hanno vietato la vendita dei biglietti ai tifosi del Feyenoord, squadra di calcio olandese, in vista della gara di Coppa Uefa contro la Lazio in programma giovedì 8 settembre allo Stadio Olimpico.

Secondo quanto riferito, il prefetto della Roma Matteo Piantedosi ha preso la decisione di “preservare la città da possibili disordini” dopo che i tifosi “ultra” del Feyenoord hanno causato caos nella capitale prima di una partita di Europa League contro l’AS Roma sette anni fa.

Il 19 febbraio 2015, i sostenitori del Feyenoord in rivolta si sono scontrati con la polizia di Roma a Piazza di Spagna ea Villa Borghese dopo aver trascorso la giornata a bere, sfidando le restrizioni sull’alcol in vigore.

I rivoltosi lanciarono fumogeni e ruppero bottiglie di vetro contro la fontana della Barcaccia del XVII secolo, accreditata a Pietro Bernini, il cui famoso figlio Gian Lorenzo forse aiutò il padre nella decorazione del monumento.

La parte centrale del monumento barocco è stata danneggiata, con frammenti scheggiati della fontana visibili nelle acque insieme a bottiglie di vetro e spazzatura scaricati dagli hooligan che hanno anche vandalizzato 15 autobus urbani.

La fontana in travertino, costruita nel 1626-29, era stata recentemente oggetto di un restauro durato un anno.

Gli scontri hanno portato all’arresto di 50 fan del Feyenoord, con 18 feriti, tra cui 13 agenti di polizia. Il danno causato dal vandalismo a Roma è stato stimato in 5,2 milioni di euro, secondo le notizie italiane.

All’inizio di quest’anno un tribunale di Roma ha ritenuto colpevoli in contumacia sei tifosi del Feyenoord di aver vandalizzato la fontana della Barcaccia, emettendo condanne che vanno da tre anni e otto mesi a quattro anni.

Photo Il Messaggero

Ultime Notizie

Back to top button