La Russia afferma di aver abbattuto 60 droni ucraini

MOSCA —

Funzionari russi hanno detto domenica che l’Ucraina ha lanciato nove ATACMS statunitensi contro la Crimea e ha attaccato le regioni russe con almeno 60 droni in un grave attacco che ha costretto una raffineria di petrolio nel sud della Russia a interrompere le operazioni.

Le difese aeree russe hanno abbattuto nove missili ATACMS statunitensi sulla Crimea insieme a 57 droni sulla regione russa di Krasnodar e tre droni sulla regione di Belgorod, ha detto il ministero della Difesa russo.

Funzionari locali hanno detto che sei droni si sono schiantati sul territorio di una raffineria di petrolio a Slavyansk, nella regione meridionale di Krasnodar, in Russia. L’agenzia di stampa Interfax ha detto che la raffineria ha interrotto i lavori dopo l’attacco.

La raffineria di Slavyansk è un impianto privato con una capacità di 4 milioni di tonnellate di petrolio all’anno, circa 1 milione di barili al giorno.

Non ci sono stati commenti immediati da Kiev.

La Russia ha segnalato un aumento degli attacchi ucraini sul suo territorio da quando ha aperto un nuovo fronte nella regione di Kharkiv, nel nord-est dell’Ucraina, all’inizio di questo mese.

Il presidente Vladimir Putin afferma che la Russia sta ritagliando una zona cuscinetto lì per proteggere la Russia da tali attacchi, che secondo la Russia rischierebbero di innescare una guerra più ampia tra Russia e Occidente se l’Ucraina dovesse usare armi occidentali.

La Russia ha detto sabato che le forze russe hanno catturato il villaggio di Starytsia nella regione ucraina di Kharkiv e che le forze russe hanno sconfitto unità ucraine lungo il fronte, anche nella regione di Sumy.

Nel frattempo, le forze ucraine hanno distrutto tutti i 37 droni d’attacco lanciati dalla Russia durante la notte, ha detto domenica il capo dell’aeronautica ucraina.

“Come risultato della battaglia antiaerea, tutti i 37 ‘Shahed’ sono stati abbattuti nelle regioni di Kiev, Odessa, Mykolaiv, Sumy, Vinnytsia, Zhytomyr, Cherkasy e Kherson”, ha detto il comandante.

Il governatore di Odessa Oleh Kiper ha dichiarato sull’applicazione di messaggistica Telegram che 20 droni sono stati distrutti nella regione di Odessa.

“Un edificio amministrativo nel distretto di Odessa è stato danneggiato dalla caduta di detriti. A Odessa, i detriti sono caduti nel cortile di una zona residenziale. Fortunatamente non ci sono stati feriti”, ha detto Kiper.

Nessuna distruzione o vittima è stata segnalata dalle autorità militari e civili in altre regioni.

Reuters non ha potuto verificare in modo indipendente i rapporti.

Ultime Notizie

Back to top button