La Russia vede una “finestra di opportunità” mentre le forze ucraine attendono le armi statunitensi

LONDRA—

Le forze russe stanno espandendo i loro attacchi contro gli insediamenti di confine ucraini vicino alla città nord-orientale di Kharkiv, aprendo un nuovo fronte nella guerra, mentre Kiev lotta per tenere a bada una rinnovata offensiva russa.

Intervenendo giovedì in visita a Kharkiv, dove ha avuto un incontro con alti leader militari, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha affermato che la situazione rimane “estremamente difficile” e che le sue forze stanno rafforzando la loro presenza nella regione.

Con le armi statunitensi ed europee che finalmente arriveranno in prima linea nelle prossime settimane, riuscirà l’Ucraina a trattenere le truppe d’invasione di Mosca?

Offensiva di Charkiv

Unità mobili delle truppe russe stanno tentando di catturare villaggi ucraini tra cui Vovchansk e Lyptsi, che si trovano a 30 chilometri a nord di Kharkiv.

L’Ucraina ha lanciato missili dalla regione di confine verso la Russia, compresi attacchi mortali sulla città russa di Belgorod. Mosca vuole fermare gli attacchi, ha detto l’analista della difesa Patrick Bury dell’Università britannica di Bath.

“Credo che ci siano molteplici ragioni per cui la Russia dovrebbe tentare qualcosa qui: ovviamente per creare una zona cuscinetto, ma anche per testare le difese e vedere cosa sta succedendo. Ma il modo in cui (le forze russe) sono organizzate – e la quantità di truppe di cui dispongono, forse da 30.000 a 40.000, non così tante armature, che attaccano in piccoli gruppi di fanteria – non suggerisce realmente che stiano cercando di ordinare di accerchiare Kharkiv o qualcosa del genere”, ha detto Bury a ColorNews.

Avanzata russa

Kiev ha detto giovedì che le sue mosse difensive hanno rallentato la velocità dell’avanzata di Mosca. È probabile che gli attacchi russi continuino, ha affermato l’analista Jack Watling del Royal United Services Institute di Londra.

“L’obiettivo della Russia non è quello di ottenere una grande svolta, ma piuttosto di convincere l’Ucraina che può continuare un’avanzata inesorabile, chilometro dopo chilometro, lungo il fronte”, ha scritto Watling in una e-mail a ColorNews.

“Dopo aver allungato gli ucraini, i contorni dell’offensiva estiva russa sono facili da discernere. Innanzitutto ci sarà la spinta contro Kharkiv. L’Ucraina deve impegnare truppe per difendere la sua seconda città più grande e, data la dimensione del gruppo di forze russe nell’area, ciò attirerà riserve di materiale critico, dalle difese aeree all’artiglieria”.

“In secondo luogo, la Russia eserciterà pressioni sull’altro capo della linea, inizialmente minacciando di invertire i guadagni dell’Ucraina derivanti dall’offensiva del 2023, e in secondo luogo mettendo a rischio la città di Zaporizhzhia. L’Ucraina dovrebbe essere in grado di smorzare questo attacco, ma ciò richiederà l’impegno di unità di riserva”, ha aggiunto Watling.

Armi occidentali

Le forze ucraine stanno ancora aspettando la maggior parte delle consegne di armi nell’ambito del pacchetto di aiuti da 60 miliardi di dollari degli Stati Uniti che è stato finalmente approvato il mese scorso, dopo un ritardo di sei mesi.

“L’aiuto degli Stati Uniti è fondamentale, quindi la sfortunata pausa nella consegna delle armi ha avuto un impatto significativo sulla situazione al fronte e questo è ciò a cui stiamo assistendo ora”, ha affermato il deputato ucraino Serhii Rakhmanin, membro della commissione parlamentare per la Sicurezza nazionale.

L’Ucraina afferma che jet e missili russi sono facilmente in grado di attaccare le loro posizioni, prima che la fanteria entri in azione. Kiev ha ripetutamente chiesto più sistemi di difesa aerea, in particolare missili Patriot di fabbricazione statunitense. La Germania ha accettato di fornire due batterie Patriot all’Ucraina, e si dice che anche gli Stati Uniti stiano lavorando per fornire un’altra unità.

Le armi inizieranno ad arrivare nelle prossime settimane, ha detto l’analista Patrick Bury.

“Gli Stati Uniti hanno preposizionato scorte di merci in Germania, ad esempio, e dispongono anche di un trasporto aereo strategico in modo da poter spostare rapidamente le merci (dagli Stati Uniti) in caso di necessità”, ha affermato.

“Ma ci vorrà del tempo per produrre il numero di proiettili di cui l’Ucraina ha bisogno in questo momento, e al momento sono superati in termini di armi almeno cinque o sei a uno dai proiettili russi”, ha aggiunto.

Mobilitazione

Il mese scorso, l’Ucraina ha approvato un disegno di legge sulla mobilitazione per far fronte alla carenza di personale. Watling del RUSI ha detto che la Russia ha accumulato una forza di 510.000 soldati.

“Ciò significa che la Russia ha stabilito una significativa superiorità numerica rispetto alle forze armate ucraine”, ha affermato.

I prossimi tre mesi saranno cruciali per l’Ucraina, secondo il deputato Rakhmanin.

“I russi attualmente hanno una finestra di opportunità. Il potere delle forze armate ucraine è diminuito e i russi lo avvertono. Hanno accumulato una quantità abbastanza sufficiente di risorse: armi, munizioni, manodopera e ora stanno cercando di utilizzare al massimo le loro riserve. Stanno cercando di distribuire le nostre forze su tutta la linea del fronte”, ha detto mercoledì Rakhmanin a Reuters.

Prospettiva desolante

Riusciranno l’Ucraina e i suoi alleati occidentali a cambiare le sorti della guerra?

“Le possibilità che essi riconquistino un territorio significativo ora, nel medio termine, sembrano svanire”, ha affermato l’analista Bury. “A meno che non ci sia una sorta di cambio di passo nel sostegno occidentale – un ampio pacchetto di creazione di forze e una strategia a lungo termine per il successo – nessuno dei quali al momento è imminente, allora penso che l’Ucraina rimanga sulla difensiva e mantenga ciò che lo è”, ha detto.

Watling della RUSI è d’accordo: “Le prospettive in Ucraina sono fosche. Tuttavia, se gli alleati dell’Ucraina si impegnassero ora a ricostituire le scorte ucraine di munizioni, a contribuire a creare un solido canale di addestramento e a effettuare investimenti industriali per sostenere lo sforzo, allora l’offensiva estiva della Russia potrebbe essere attenuata e l’Ucraina riceverebbe lo spazio di respiro di cui ha bisogno per riconquistare. l’iniziativa.”

Ultime Notizie

Back to top button