La Settimana del Pride in Turchia “è più una questione di resistenza che di celebrazione”

Istanbul —

Per Iris Mozalar, una giovane donna transgender che vive a Istanbul, la Pride Week è “più una questione di resistenza che di celebrazione” sotto il governo conservatore turco, che è apertamente ostile nei confronti della comunità LGBTQ.

“La nostra è una lotta per la sopravvivenza”, ha detto la 24enne all’AFP nella sua casa di Istanbul, dove studia urbanistica e lavora come DJ e modella, alla vigilia della celebrazione annuale del Pride, che il governo turco vieta sistematicamente.

Durante la sua campagna per la rielezione lo scorso anno, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e i suoi alleati hanno trasformato la comunità LGBTQ nel suo bersaglio preferito, inveendo contro di loro definendola “perversa” e una minaccia ai valori familiari tradizionali, con gli attivisti che affermano che ciò ha innescato un’ondata di ostilità. verso di loro.

“Stiamo conducendo una lotta contro la polizia, contro l’apparato di sicurezza dello Stato”, ha detto Mozalar, una figura slanciata con lunghi capelli fulvi, un’aria seria e un sorriso accattivante.

“Ecco perché non potrei mai considerare (la marcia del Pride) una celebrazione, perché francamente non abbiamo molto da festeggiare.”

Cresciuta nella città costiera sud-orientale di Mersin, è stata vittima di bullismo da parte di coetanei e insegnanti che sapevano istintivamente che c’era qualcosa di diverso in lei.

Non riusciva a spiegarlo bene finché un giorno, a 17 anni, si guardò allo specchio e si vide davvero per la prima volta.

“Non potrò mai dimenticare il momento in cui mi sono messa nuda davanti allo specchio e ho ammesso a me stessa: ‘Sì, sono una donna’.”

Trasferitosi poco dopo a Istanbul, Mozalar ha iniziato il processo di transizione, un processo “incredibilmente difficile” in Turchia, che ha comportato mesi di sedute con psichiatri ed endocrinologi, nonché esami e relazioni dettagliate da parte di esperti in genetica, ginecologia, urologia e chirurgia plastica.

Solo un tribunale può approvare un intervento chirurgico di affermazione di genere e, dopo averlo finalmente ottenuto, ha avviato una campagna durata un anno per raccogliere 90.000 lire turche per l’operazione, che all’epoca equivalevano a circa 30 volte il suo affitto.

La stessa operazione oggi costerebbe fino a 700.000 lire, ha spiegato: una somma “impossibile” per la maggior parte delle persone transgender, che spesso guadagnano il salario minimo.

Nonostante l’operazione, Mozalar si sente ancora a disagio con alcune parti del suo corpo – “i miei piedi, la lunghezza delle mie mani” – ma ha imparato a vedere la bellezza del suo corpo.

“È stata una specie di rivoluzione interiore dire: sì, sono bella.”

“Una sfida incredibile”

Sebbene abbia finalmente trovato la pace con la sua identità, la società rimane in gran parte ostile.

“È una sfida incredibile esistere come donna trans in Turchia”, ha affermato.

“Istanbul non è una città LGBTI+ friendly: non esiste una città simile in Turchia”, ha detto Mozalar. Anche se ci sono alcuni quartieri amichevoli, raramente si sente al sicuro per le strade.

“Alcuni giorni non vado a fare la spesa perché so che verrò molestata nel momento in cui esco dalla porta. E non mi sento all’altezza. La maggior parte delle persone trans sono distaccate dalla normale vita sociale,” dice. ha detto all’AFP, aggiungendo che viaggia in taxi solo dopo il tramonto.

Ma la notte è anche il momento in cui si anima davvero, come DJ.

“Adoro fare il DJ, ma può essere difficile avere a che fare con gli uomini, quindi i posti in cui mi esibisco devono essere LGBTQ e adatti alle donne.” Ed è lo stesso quando esce la sera, andando solo in posti ritenuti amichevoli o “gestiti da femministe” o socialiste.

Nonostante le difficoltà, non è interessata a lasciare la Turchia per cercare asilo altrove.

“Sono nata e cresciuta in Turchia e credo di avere un lavoro da svolgere qui”, afferma.

“Spero che arriverà il giorno in cui il Pride in Turchia non sarà più una ribellione, ma una celebrazione”.

Ultime Notizie

Back to top button