La Slovenia diventa l’ultimo paese dell’UE a riconoscere lo Stato palestinese

GIUBLANA, Slovenia —

La Slovenia è diventata l’ultimo paese dell’Unione Europea a riconoscere uno Stato palestinese indipendente dopo che il suo parlamento ha approvato la mossa con una maggioranza di voti martedì, respingendo la richiesta di un referendum sulla questione avanzata dal più grande partito di opposizione.

La scorsa settimana il governo ha deciso di riconoscere la Palestina come Stato indipendente e sovrano seguendo l’esempio di Spagna, Irlanda e Norvegia come parte di uno sforzo più ampio per coordinare la pressione su Israele per porre fine al conflitto a Gaza.

“L’odierno riconoscimento della Palestina come Stato sovrano e indipendente manda speranza al popolo palestinese in Cisgiordania e a Gaza”, ha detto il primo ministro Robert Golob su X.

Il voto era previsto per martedì e lunedì il gruppo parlamentare per gli affari esteri ha approvato a maggioranza la decisione del governo.

Il Partito democratico sloveno (SDS), di destra, dell’ex primo ministro Janez Jansa, ha poi presentato una proposta per un referendum consultivo sulla richiesta di riconoscimento, che avrebbe ritardato il voto di almeno un mese.

L’SDS, il più grande partito di opposizione, ha sostenuto che non era il momento giusto per riconoscere uno stato palestinese indipendente e che la mossa avrebbe solo premiato “l’organizzazione terroristica Hamas”.

Dopo che la coalizione di governo, che detiene la maggioranza nei 90 parlamentari sloveni, ha cercato di aggirare la richiesta del referendum e di procedere con il voto, l’SDS ha ritirato la sua proposta, ma l’ha riproposta poche ore dopo.

La commissione parlamentare per gli affari esteri lo ha dichiarato inadeguato e lo ha respinto in una sessione straordinaria.

La decisione è stata approvata con 52 voti favorevoli e nessuno contrario dopo che il partito d’opposizione SDS aveva abbandonato la sessione.

In precedenza, i membri dell’UE Svezia, Cipro, Ungheria, Repubblica Ceca, Polonia, Slovacchia, Romania e Bulgaria avevano già riconosciuto uno Stato palestinese. Malta ha detto che potrebbe seguire presto.

Israele combatte contro Hamas, che governa Gaza, dall’attacco transfrontaliero del 7 ottobre da parte di militanti in cui, secondo i conteggi israeliani, circa 1.200 persone sono state uccise e oltre 250 prese in ostaggio. Si ritiene che circa 130 ostaggi siano ancora prigionieri a Gaza.

Le autorità sanitarie di Gaza affermano che più di 36.000 palestinesi sono stati uccisi nella guerra negli ultimi sette mesi.

Ultime Notizie

Back to top button