La vittoria dell’atleta transgender è stata accolta con fischi piuttosto che applausi

In un evento controverso ai Campionati statali di atletica leggera dell’Oregon School Activity Association (OSAA), Aayden Gallagher, studentessa del secondo anno della McDaniel High School, il cui sesso assegnato alla nascita era maschio ma che gareggiava nella squadra femminile, è stata accolta con fischi e insulti transfobici dopo vincere la gara dei 200 metri. L’incidente, avvenuto all’Hayward Field dell’Università dell’Oregon a Eugene, ha riacceso ancora una volta il fuoco nel feroce dibattito sulla partecipazione degli atleti transgender agli sport delle scuole superiori.

La vittoria di Gallagher è stata catturata in numerosi video sui social media, mostrando l’ostilità del pubblico mentre tagliava il traguardo e più tardi mentre riceveva la sua medaglia d’oro. La reazione si è diffusa rapidamente online, con alcuni critici che hanno etichettato la sua partecipazione alla divisione femminile come ingiusta. “Un altro momento di orgoglio per lo sport femminile!” ha scritto Riley Gaines, ex nuotatrice dell’Università del Kentucky diventata una figura nota per la sua opposizione agli atleti trans negli sport femminili. “La gente ha superato questa cosa… ed era ora.”

Anche l’account di social media di estrema destra Libs of TikTok, che spesso prende di mira le persone LGBTQ, ha condannato la vittoria di Gallagher, pubblicando: “Ascolta i forti BOO del pubblico mentre lo annunciano come vincitore! La gente è stufa di questa follia!”

Nonostante il clamore, la partecipazione di Gallagher è stata nel pieno rispetto delle politiche dell’OSAA. L’OSAA consente agli studenti di competere in conformità con la loro identità di genere costantemente affermata, senza richiedere loro di sottoporsi a cure mediche legate alla transizione. Valerie Feder, direttrice delle relazioni con i media per le Portland Public Schools, ha affermato che la scuola ha seguito le regole dell’OSAA e ha rifiutato di commentare ulteriormente la controversia.

Un sondaggio Gallup del 2023 ha rivelato che il 69% degli americani ritiene che gli atleti trans dovrebbero competere solo in squadre corrispondenti al sesso assegnato alla nascita. Inoltre, metà degli stati americani hanno adottato divieti per gli studenti transgender di partecipare a sport in linea con la loro identità di genere, sebbene alcune di queste leggi siano temporaneamente bloccate da ingiunzioni.

Cyd Zeigler, fondatore del sito sportivo LGBTQ Outsports, ha condannato le risposte negative alla vittoria di Gallagher. “Che i conservatori la attacchino definendola una ‘imbrogliona’ e dicendo che non ce l’avrebbe fatta da ragazzo e quindi ora è una ragazza, è semplicemente disgustoso”, ha dichiarato Zeigler. Ha sottolineato che le critiche dovrebbero essere rivolte ai politici e non ai giovani atleti. “Il loro vero problema è con i legislatori, non con questo ragazzo.”

L’esperienza di Gallagher evidenzia il costo emotivo e psicologico degli atleti transgender in mezzo a dibattiti così accesi.

Ultime Notizie

Back to top button