L’Algeria cerca di attirare i turisti verso glorie culturali e paesaggistiche trascurate

ORAN, Algeria —

L’Algeria vuole attirare più visitatori verso i tesori culturali e paesaggistici del paese più grande dell’Africa, perdendo il suo status di arretrato turismo ed espandendo un settore surclassato dai concorrenti dei vicini Marocco e Tunisia.

Il gigantesco paese nordafricano offre siti romani e islamici, spiagge e montagne a solo un’ora di volo dall’Europa e inquietanti paesaggi sahariani, dove i visitatori possono dormire sulle dune sotto le stelle e cavalcare cammelli con i nomadi tuareg.

Ma mentre il Marocco, favorevole ai turisti, ha accolto 14,5 milioni di visitatori nel 2023, l’Algeria, più grande e ricca, ha ospitato solo 3,3 milioni di turisti stranieri, secondo il ministero del turismo.

Circa 1,2 milioni di questi vacanzieri erano algerini provenienti dalla diaspora in visita a famiglie.

La mancanza di viaggiatori testimonia l’abbandono da parte dell’Algeria di un settore che rimane una delle gemme nascoste del turismo mondiale.

Con la crescita dei proventi del petrolio e del gas dell’Algeria negli anni ’60 e ’70, i governi successivi persero interesse nello sviluppo del turismo di massa. La caduta del conflitto politico negli anni ’90 ha spinto il paese sempre più fuori dai sentieri battuti.

Ma mentre la sicurezza è ora molto migliorata, l’Algeria deve affrontare un sistema di visti poco flessibile e scarsi collegamenti di trasporto, oltre a garantire privilegi agli investitori privati ​​locali e stranieri per consentire al turismo di prosperare, dicono gli analisti.

Saliha Nacerbay, direttore generale dell’Ufficio nazionale del turismo, ha delineato i piani per attirare 12 milioni di turisti entro il 2030, un ambizioso aumento di quattro volte.

“Per raggiungere questo obiettivo, noi, come settore del turismo e dell’industria tradizionale, stiamo cercando di incoraggiare gli investimenti, fornire strutture agli investitori, costruire strutture turistiche e alberghiere”, ha affermato, parlando alla Fiera internazionale del turismo e dei viaggi, ospitata ad Algeri da maggio 30 al 2 giugno.

L’Algeria ha in programma di costruire alberghi e di ristrutturare e ammodernare quelli esistenti. Il ministero del turismo ha affermato che finora sono stati approvati circa 2.000 progetti turistici, 800 dei quali sono attualmente in costruzione.

Il paese sta anche restaurando i suoi siti storici, con 249 località destinate all’espansione turistica. Sono stati preparati circa 70 siti e sono in corso piani di ripristino per altri 50 siti, hanno detto i funzionari.

Il turista francese Patrick Lebeau ha sottolineato la necessità di migliorare le infrastrutture per realizzare appieno le prospettive turistiche dell’Algeria.

“Ovviamente c’è molto potenziale turistico, ma c’è ancora molto lavoro da fare per attirarci”, ha detto Lebeau.

Secondo il sito web Statista, il turismo e i viaggi hanno fornito 543.500 posti di lavoro in Algeria nel 2021. Al contrario, i professionisti del turismo in Marocco stimano che il settore offra 700.000 posti di lavoro diretti nel regno e molti altri posti di lavoro indirettamente.

Ultime Notizie

Back to top button