Mondo

L’amato leone di montagna “Hollywood Cat” soppresso a Los Angeles

Gli angeli –

Hollywood Cat non c’è più.

Il leone di montagna più famoso della zona di Los Angeles, un anziano felino maschio selvatico avvistato intorno al Griffith Park della città, è stato soppresso sabato, hanno detto i funzionari della fauna selvatica.

Per anni, era noto che si aggirasse intorno all’insegna “Hollywood” sulla collina visibile in gran parte di Los Angeles, un’ambientazione adatta per un gatto famoso.

Si è guadagnato il soprannome di Hollywood Cat, ma il leone di montagna – che si stima abbia circa 11 anni – è ufficialmente chiamato P-22.

Gli ufficiali statali e federali della fauna selvatica hanno deciso all’inizio di questo mese di catturarlo a causa del suo comportamento irregolare, forse associato all’essere stato colpito da un veicolo.

I veterinari hanno riscontrato “un trauma significativo” alla testa, all’occhio destro e agli organi interni, ha dichiarato in una nota il Dipartimento della pesca e della fauna selvatica della California.

Gli esperti hanno anche riscontrato problemi di salute sottostanti, tra cui “malattia renale irreversibile, perdita di peso cronica, estesa infezione della pelle parassitaria su tutto il corpo e artrite localizzata”.

“La scelta più difficile, ma compassionevole è stata quella di minimizzare rispettosamente la sua sofferenza e lo stress ponendo fine umanamente al suo viaggio”, afferma la dichiarazione.

“Il leone di montagna P-22 ha avuto una vita straordinaria e ha catturato i cuori della gente di Los Angeles e oltre”.

L’eutanasia del puma è stato un pugno allo stomaco per gli esperti di giochi che avevano imparato ad amare l’animale.

“Questo fa davvero male”, ha detto Chuck Bonham, direttore del Department of Fish and Wildlife, quando ha annunciato la morte di P-22, secondo USA Today.

“Sono stati diversi giorni incredibilmente difficili.”

“La nostra celebrità preferita”

Il membro del Congresso Adam Schiff, che rappresenta una parte della contea di Los Angeles, ha dichiarato di avere “il cuore spezzato” per la morte del P-22.

“Era il nostro vicino preferito di celebrità, piantagrane occasionale e amata mascotte di Los Angeles”, ha twittato Schiff.

“Ma soprattutto era una creatura magnifica e selvaggia, che ci ha ricordato che facciamo parte di un mondo naturale molto più grande di noi stessi”.

Il governatore della California Gavin Newsom ha elogiato “l’incredibile viaggio” del P-22 in una dichiarazione.

“La sopravvivenza del P-22 su un’isola selvaggia nel cuore di Los Angeles ha affascinato le persone di tutto il mondo”, ha detto Newsom.

Griffith Park, dove il P-22 ha vissuto forse per un decennio, è circondato da autostrade e da un’espansione urbana incontrollata. È un pezzo di natura isolato di nove miglia quadrate (23 chilometri quadrati).

Gli esperti si sono meravigliati di come il gatto selvatico abbia attraversato una delle due principali autostrade di Los Angeles, la 405 e la 101, per arrivare a Griffith Park già nel 2012.

I funzionari hanno detto che non stavano cercando l’autista che l’ha colpito.

“Questa situazione non è colpa del P-22, né di un guidatore che potrebbe averlo colpito”, ha detto il California Department of Fish and Wildlife.

“Piuttosto, è un’eventualità che deriva dalla perdita e dalla frammentazione dell’habitat, e sottolinea la necessità di una costruzione ponderata di attraversamenti della fauna selvatica e spazi ben pianificati che forniscano spazio agli animali selvatici per vagare”.

In un profilo del P-22 fatto molto prima della sua morte, il National Park Service si è lamentato del fatto che Griffith Park è troppo piccolo per un secondo puma, e “è improbabile che possa mai trovare l’amore con una femmina di leone”.

La fama del gatto era dovuta a frequenti avvistamenti, videocamere con campanello e incontri fisici.

Una pagina Facebook in onore del puma ha più di 20.000 follower.

Ultime Notizie

Back to top button