L’attacco russo al centro commerciale di Kharkiv è “assolutamente inaccettabile”, afferma un alto funzionario dell’ONU

“Sono sconvolta e scioccata dalle terrificanti notizie che arrivano da Kharkiv”, ha detto la signora Brown in una nota. “Questo pomeriggio, in pieno giorno, mentre le persone, nonostante tutti gli orrori che sopportano ogni giorno in questa città, cercavano di vivere la loro giornata, le loro vite sono state sconvolte da un altro attacco da parte delle forze armate russe. Lo sciopero ha colpito un affollato centro commerciale provocando decine di vittime civili e ingenti danni alle strutture civili”.

L’alto funzionario delle Nazioni Unite ha aggiunto che gli attacchi delle forze russe che colpiscono i civili e le infrastrutture civili devono cessare e ha osservato che dirigere intenzionalmente un attacco contro le infrastrutture civili è severamente vietato dal diritto internazionale umanitario.

Missione umanitaria Proliska

Sabato 25 maggio attacco alla zona residenziale di Kharkiv

Lo sciopero avrebbe colpito il negozio di bricolage Epicentr K nel nord della città. In un post sui social media, il sindaco di Kharkiv, Ihor Terekhov, lo ha descritto come “puro terrorismo”. Secondo fonti Onu, un secondo attacco avvenuto sabato avrebbe causato circa 12 vittime.

A seguito dell’avanzata russa, la regione nord-orientale di Kharkiv è ora in prima linea nella guerra in Ucraina. Secondo un portavoce dell’Ufficio delle Nazioni Unite per i diritti umani, circa 35 civili nella regione sono stati uccisi e 137 feriti da quando le forze armate russe hanno lanciato attacchi oltre confine il 10 maggio; più della metà delle persone uccise e ferite avevano più di 60 anni e non potevano o non volevano lasciare la propria casa.

Ultime Notizie

Back to top button