L’Australia utilizzerà droghe psichedeliche come farmaci approvati

SYDNEY – Sabato l’Australia diventerà uno dei primi paesi a riconoscere le droghe psichedeliche come medicinali. A febbraio, la Therapeutic Goods Administration, l’autorità di regolamentazione medica australiana, ha autorizzato l’uso di sostanze psichedeliche per alcune condizioni di salute mentale. Gli esperti concordano sul fatto che le terapie assistite da sostanze psichedeliche in Australia sono agli inizi.

A partire da sabato, gli psichiatri autorizzati in Australia potranno prescrivere la metilendiossi metanfetamina – MDMA, il principio attivo di droghe da festa come l’ecstasy o il molly – per trattare il disturbo da stress post-traumatico.

Potranno anche prescrivere la psilocibina, un composto che si trova nei funghi “magici” psicotropi, per curare la depressione che non ha risposto ad altre terapie.

Susan Rossell, neuropsicologa cognitiva presso la Swinburne University di Melbourne, sta conducendo uno dei più grandi studi clinici australiani sulla psilocibina. I risultati preliminari mostrano miglioramenti significativi nella salute mentale di alcuni pazienti, mentre altri non hanno mostrato segni di miglioramento.

Rossell ha dichiarato all’Australian Broadcasting Corp. che la ricerca sulle terapie psichedeliche è ancora agli inizi.

“Siamo rimasti bloccati per moltissimi anni in termini di trattamenti di salute mentale per le persone con condizioni resistenti al trattamento”, ha detto. “Quindi, il fatto che le medicine psichedeliche sembrino funzionare per un certo numero di persone è fantastico. Tuttavia, non funzionano anche per alcune persone, ed è qui che noterei una grande cautela in questo campo al momento.

Il Royal Australian and New Zealand College of Psychiatrists ha pubblicato nuove linee guida per l’uso di droghe psichedeliche da parte dei suoi membri. Devono essere somministrati solo in un ospedale o in una clinica, dove due psicoterapeuti devono stare con il paziente da sei a otto ore per garantirne la sicurezza.

L’organizzazione ha affermato che con la mancanza di professionisti della salute mentale in Australia, è probabile che pochi fornitori saranno in grado di soddisfare queste condizioni.

Altri esperti temono che i nuovi regolamenti che consentono l’uso di MDMA e psilocibina in Australia siano stati approvati troppo in fretta. Credono che ci sia il potenziale per le sostanze psichedeliche di provocare ansia, panico o causare danni psicologici ai pazienti.

Il regolatore medico ufficiale dell’Australia, la Therapeutic Goods Administration, ha approvato l’uso di sostanze psichedeliche per il trattamento di alcune condizioni di salute mentale a febbraio, rendendo il paese uno dei primi al mondo a riconoscere le droghe come medicinali.

Nell’annunciare la sua decisione, le autorità di regolamentazione hanno affermato che “i benefici per i pazienti e la salute pubblica… superano i rischi”.

Ultime Notizie

Back to top button