Le mammografie dovrebbero ora iniziare a 40 anni, afferma il panel statunitense

Secondo un’influente task force statunitense, le mammografie regolari per lo screening del cancro al seno dovrebbero iniziare più giovani, all’età di 40 anni. Le donne di età compresa tra 40 e 74 anni dovrebbero sottoporsi allo screening ogni due anni, ha affermato il gruppo.

In precedenza, la task force aveva affermato che le donne potevano scegliere di iniziare lo screening del cancro al seno già a 40 anni, con la raccomandazione più forte di sottoporsi agli esami ogni due anni dai 50 ai 74 anni.

L’annuncio di martedì della Task Force dei servizi preventivi degli Stati Uniti rende ufficiale un progetto di raccomandazione annunciato lo scorso anno. Le raccomandazioni sono state pubblicate sul Journal of American Medical Association.

“È una vittoria che ora riconoscano i benefici dello screening per le donne sui 40 anni”, ha affermato la dottoressa Therese Bevers dell’MD Anderson Cancer Center di Houston. Non è stata coinvolta nella guida.

Altri gruppi medici, tra cui l’American College of Radiology e l’American Cancer Society, suggeriscono mammografie ogni anno – invece che ogni due anni – a partire dall’età di 40 o 45 anni, il che può causare confusione, ha detto Bevers, ma “ora l’età di inizio si allineerà con quello che dicono molte altre organizzazioni.”

I tassi di mortalità per cancro al seno sono diminuiti poiché il trattamento continua a migliorare. Ma il cancro al seno è ancora la seconda causa più comune di morte per cancro tra le donne statunitensi. Ogni anno vengono diagnosticati circa 240.000 casi e quasi 43.000 donne muoiono di cancro al seno.

La spinta verso lo screening precoce ha lo scopo di affrontare due questioni fastidiose: la crescente incidenza del cancro al seno tra le donne sui 40 anni – è aumentata del 2% ogni anno dal 2015 – e il più alto tasso di mortalità per cancro al seno tra le donne nere rispetto alle donne bianche, ha affermato l’attività. il vicepresidente della forza Dr. John Wong del Tufts Medical Center di Boston.

“Purtroppo sappiamo fin troppo bene che le donne nere hanno il 40% in più di probabilità di morire di cancro al seno rispetto alle donne bianche”, ha detto Wong. Studi di modellizzazione prevedono che lo screening precoce possa aiutare tutte le donne e avere “ancora più benefici per le donne nere”, ha affermato.

Ecco maggiori dettagli su cosa è cambiato, perché è importante e chi dovrebbe prestare attenzione.

Quando dovrei fare la mia prima mammografia?

L’età di 40 anni è il momento in cui dovrebbero iniziare le mammografie per le donne, gli uomini transgender e le persone non binarie a rischio medio. Dovrebbero sottoporsi all’esame radiografico ogni due anni, secondo le nuove linee guida. Altri gruppi raccomandano mammografie annuali, a partire dai 40 o 45 anni.

Il consiglio non si applica alle donne che hanno avuto un cancro al seno o a quelle ad alto rischio di cancro al seno a causa di marcatori genetici. Inoltre, non si applica alle donne che hanno subito radioterapia ad alte dosi al torace quando erano giovani, o alle donne che hanno subito una lesione in precedenti biopsie.

E le donne dai 75 anni in su?

Non è chiaro se le donne anziane debbano continuare a sottoporsi regolarmente a mammografie. Gli studi raramente includono donne di età pari o superiore a 75 anni, quindi la task force chiede ulteriori ricerche.

Bevers suggerisce che le donne anziane parlino con i loro medici dei benefici dello screening, così come dei danni come falsi allarmi e biopsie non necessarie.

E le donne con il seno denso?

Le mammografie non funzionano altrettanto bene per le donne con il seno denso, ma dovrebbero comunque sottoporsi agli esami.

La task force vorrebbe vedere maggiori prove su test aggiuntivi come gli ultrasuoni o la risonanza magnetica per le donne con seni densi. Non è ancora chiaro se questi tipi di test potrebbero aiutare a rilevare il cancro in una fase più precoce e più curabile, ha detto Wong.

Ciò influisce sulla copertura assicurativa?

Il Congresso ha già approvato una legislazione che impone agli assicuratori di pagare le mammografie per le donne di età pari o superiore a 40 anni senza ticket o franchigie. Inoltre, l’Affordable Care Act richiede agli assicuratori di coprire le raccomandazioni della task force con un grado di lettera “A” o “B”. La raccomandazione per la mammografia ha un grado “B”, il che significa che ha un beneficio netto moderato.

Ultime Notizie

Back to top button