Legislatura Eyes Street Parking Permessi a New York City

Il mese scorso, il governatore di New York Kathy Hochul ha svelato un gigantesco budget di 227 miliardi di dollari che sembra orientato ad affrontare le preoccupazioni più urgenti dell’Empire State, dagli alloggi, alla criminalità, alla metropolitana. Molte voci del bilancio saranno oggetto di intensi negoziati tra Hochul e i suoi colleghi democratici nella legislatura, e una delle proposte più strabilianti della legislatura è un modo per aiutare a colmare il buco di bilancio di 3 miliardi di dollari della Metropolitan Transit Authority: il parcheggio in strada permessi.

In particolare, il Senato dello Stato ha proposto di dare al Consiglio di New York City la possibilità di creare un sistema di permessi di parcheggio nei quartieri residenziali della città. È stato diffuso per anni da vari sostenitori del trasporto pubblico, ma non ha mai preso piede.

Secondo il piano del Senato, la città potrebbe addebitare fino a $ 30 al mese per un permesso e le entrate andrebbero all’MTA. I permessi sarebbero richiesti in alcune aree con l’obiettivo di alleviare il dolore che molti residenti hanno nel trovare parcheggio. $ 400 milioni è la cifra stimata generata dai permessi, che sono anche discussi come un modo per ridurre l’impatto dei pendolari. Ci sono circa 3 milioni di posti auto sparsi per la città, la maggior parte dei quali senza tassametro nei distretti esterni, secondo il Dipartimento dei trasporti.

Dove questo piano per molti fallisce è la sua sostanza. Non è un segreto che l’MTA abbia bisogno di ciò che essenzialmente equivale a un enorme salvataggio da parte di Albany. E se questo obiettivo guida la politica, l’onere finanziario ricade sulle persone che dovranno pagare per parcheggiare nel proprio quartiere, in posti che prima erano gratuiti. Le domande sull’applicazione e l’equità nei confronti dei residenti hanno critiche da entrambi i lati del corridoio contro questo piano. Ma il critico più importante è stato il presidente della commissione per il bilancio del consiglio comunale, Justin Brannan (D-Brooklyn).

“C’è una discussione sui permessi di parcheggio residenziali per alcuni quartieri, ma usarli come un modo per pareggiare il budget del MTA? No”, ha detto al New York Post. “Questa proposta sarebbe solo uno spostamento dei costi verso un’altra tassa sui deserti di transito nei distretti esterni”.

Di tutte le proposte che saranno oggetto di negoziazione, i permessi di parcheggio sembrano essere i più probabili da sopprimere, con un grande accordo bipartisan. Ma l’MTA ha ancora bisogno di soldi e Albany è ancora intenzionata a ottenerli.

Ultime Notizie

Back to top button