L’Europa teme che Francia e Italia possano sequestrare posti di lavoro nell’economia dell’UE

Contrappeso

Una delle regole non scritte del blocco è che la Commissione debba essere composta in modo geograficamente equilibrato in ogni ambito politico.

Negli ultimi cinque anni, il vicepresidente della Commissione fiscalmente conservatore Valdis Dombrovskis, originario della Lettonia e che aveva la supervisione della politica finanziaria, ha agito da contrappeso all’italiano Paolo Gentiloni, che guidava il dipartimento dell’economia. Dombrovskis ora vuole un lavoro incentrato sull’Ucraina, hanno detto i funzionari.

L’Europa settentrionale, nel frattempo, era rappresentata dalla danese Margrethe Vestager, responsabile del digitale e della concorrenza; la quale si scontrava spesso con Breton, responsabile del portafoglio industriale. Ma Vestager si dimetterà alla fine di questo mandato e non c’è ancora nessun candidato in grado di sostituirla nel ruolo di beniamina dei paesi economicamente liberali dell’UE.

“Non vedo una nuova Vestager”, ha affermato un diplomatico dell’UE.

Campioni industriali

Considerati i loro enormi debiti, Francia e Italia hanno entrambe favorito regole fiscali più flessibili e prestiti più comuni. Il presidente francese Emmanuel Macron e l’italiana Meloni hanno fatto sorprendenti compagni di letto sulla politica economica in più di un’occasione.

“Non può essere un altro italiano o francese [in the EU’s economics department],” ha detto un diplomatico di uno dei paesi più frugali del blocco. “Basta guardare i loro piani di spesa. Potrebbero essere molto dannosi.”

Ultime Notizie

Back to top button