Cultura

L’interferenza russa nel causare la crisi del governo italiano è una fake news –

Il leader della Lega Matteo Salvini ha dichiarato giovedì che un rapporto sulla possibile influenza russa nella crisi di governo che ha portato al crollo dell’esecutivo del premier uscente Mario Draghi la scorsa settimana era “fake news”.

Edizione di giovedì del quotidiano La Stampa ha pubblicato un rapporto su possibili contatti tra Antonio Capuano, consigliere per gli affari internazionali di Salvini, e Oleg Kostyukov, funzionario dell’ambasciata russa. Ha riferito che Mosca aveva chiesto la possibilità che la Lega ritiri i suoi ministri dal governo di Draghi. “Siamo seri”, ha detto Salvini a margine di un convegno dell’associazione di agricoltori Coldiretti alla domanda se la Russia abbia contribuito alla crisi di governo. “Una smentita ufficiale è in arrivo. È estremamente grave che vengano diffuse notizie false. Siamo con l’Occidente e con la democrazia”.

L’ufficio del segretario di gabinetto Franco Gabrielli ha affermato che non era vero che i servizi segreti italiani avevano riferito di presunti contatti tra Capuano e l’ambasciata russa. La Stampa ha però difeso il suo pezzo, dicendo che si basava su una sintesi informale del lavoro di intelligence su questo tema. La coalizione di governo di Draghi si è rotta la scorsa settimana quando la Lega, Forza Italia (FI) di Silvio Berlusconi e il Movimento 5 Stelle (M5S) non hanno sostenuto un voto di fiducia, portando allo scioglimento del parlamento e alle elezioni anticipate il 25 settembre. In passato Salvini ha espresso più volte la sua ammirazione per il presidente russo Vladimir Putin. Salvini ha, invece, condannato l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca.

Giovedì il Partito Democratico (PD) di centrosinistra e il IV partito di centrista hanno chiesto una relazione esplicativa urgente in Parlamento alla Camera bassa. Anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha chiesto chiarimenti. “Questi problemi sono molto preoccupanti”, ha detto Di Maio. «Dico a Salvini che deve spiegare i rapporti con la Russia». Anche il partito Fratelli d’Italia (FdI), alleato della Lega, si è detto favorevole a un chiarimento.

Ultime Notizie

Back to top button