Mondo

L’Iran è uno dei principali sostenitori militari della Russia, afferma il Regno Unito

L’Iran è diventato uno dei principali sostenitori militari della Russia dall’invasione dell’Ucraina, secondo l’aggiornamento dell’intelligence del ministero della Difesa britannico pubblicato su Twitter sabato.

È probabile che il sostegno dell’Iran alla Russia cresca, ha affermato il ministero, perché “la Russia sta tentando di ottenere più armi, tra cui centinaia di missili balistici. In cambio, è molto probabile che la Russia offra all’Iran un livello senza precedenti di supporto militare e tecnico che sta trasformando le loro relazioni”.

“La Russia ha molto probabilmente speso gran parte delle sue scorte di missili balistici a corto raggio SS-26 Islander, che trasportano una testata da 500 kg fino a 500 km”, ha affermato il ministero. “Se la Russia riesce a mettere in servizio un gran numero di missili balistici iraniani, probabilmente li utilizzerà per continuare ed espandere la sua campagna di attacchi contro le infrastrutture nazionali critiche dell’Ucraina”.

Il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby, ha affermato che Washington è profondamente preoccupata per “l’approfondimento e il fiorente partenariato di difesa” tra Iran e Russia e che gli Stati Uniti useranno i propri strumenti per interrompere tale relazione.

Ha detto che anche il governo degli Stati Uniti chiederà ai paesi partner di discutere e affrontare il partenariato Russia-Iran.

Crimini di guerra della Russia

Durante una conferenza internazionale a Kiev venerdì per la protezione dell’umanità contro i crimini di aggressione, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha affermato che un tribunale legale dovrebbe ritenere la Russia responsabile dei suoi crimini di guerra. Ha anche delineato i 10 punti della formula di pace ucraina.

“Dalla sicurezza nucleare al ripristino dell’integrità territoriale del nostro Stato, dalla sicurezza energetica al ritorno di tutti i prigionieri di guerra e deportati detenuti sul territorio della Russia”, ha affermato. “Dobbiamo restituire la bandiera ucraina a tutte le città e comunità dell’Ucraina, dobbiamo garantire la reale responsabilità dello stato terrorista per questa guerra e dobbiamo garantire la sicurezza di tutte le generazioni di ucraini dopo la fine di questa guerra”, ha aggiunto. .

Sabato, l’editore del Financial Times Roula Khalaf ha dichiarato: “Zelenskyy è arrivato a incarnare il coraggio e la resilienza di queste persone. Ecco perché il nostro comitato editoriale lo ha scelto come persona dell’anno”.

Anche la rivista Time ha scelto Zelenskyy come persona dell’anno.

Durante l’evento della rivista Time venerdì sulle persone straordinarie e gli avvenimenti del 2022, dedicato a Zelenskyj e allo spirito dell’Ucraina, il presidente ucraino ha affermato che è un onore “rappresentare la lotta degli ucraini e lo spirito dell’Ucraina”. Ha ringraziato tutti per aver sostenuto il suo paese.

Il Cremlino ha affermato che la scelta del Time è stata “russofobica”.

Aiuti USA Ucraina

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha autorizzato un nuovo round di 275 milioni di dollari in aiuti militari per l’Ucraina, offrendo nuove capacità per sconfiggere i droni e potenziare le difese aeree, secondo un promemoria rilasciato venerdì dalla Casa Bianca.

Il pacchetto include anche razzi per lanciatori High Mobility Artillery Rocket System (HIMARS) realizzati da Lockheed Martin, 80.000 colpi di artiglieria da 155 mm, veicoli militari Humvee e circa 150 generatori, secondo il promemoria.

Questo è il 27esimo utilizzo dell’autorità di prelievo presidenziale per l’Ucraina, che consente agli Stati Uniti di trasferire rapidamente articoli e servizi per la difesa dalle scorte senza l’approvazione del Congresso in risposta a un’emergenza.

In totale, gli Stati Uniti hanno impegnato 20 miliardi di dollari in assistenza per la sicurezza all’Ucraina dall’inizio dell’amministrazione Biden. Dal 2014, gli Stati Uniti hanno impegnato circa 22,1 miliardi di dollari in assistenza per la sicurezza all’Ucraina e più di 19,3 miliardi di dollari dall’inizio dell’invasione russa il 24 febbraio.

Le armi della Russia

Nel frattempo, la Russia sta espandendo e modernizzando il suo arsenale nucleare in un momento in cui il presidente russo Vladimir Putin ha ripetutamente suggerito che potrebbe usare armi nucleari per proteggere la Russia, ha detto venerdì il segretario alla Difesa americano Lloyd Austin.

“Mentre il Cremlino continua la sua guerra scelta crudele e non provocata contro l’Ucraina, il mondo intero ha visto Putin impegnarsi in un’irresponsabile battaglia nucleare”, ha detto Austin. Ha fatto i commenti durante una cerimonia per il comandante entrante del comando strategico degli Stati Uniti, che sovrintende all’arsenale nucleare degli Stati Uniti.

Secondo un recente documento politico del Pentagono sulle armi nucleari, la Russia ha la più grande scorta di armi nucleari al mondo, con quasi 6.000 testate, secondo gli esperti. Insieme, la Russia e gli Stati Uniti detengono circa il 90% delle testate nucleari mondiali, sufficienti per distruggere il pianeta molte volte.

Putin ha affermato venerdì che la quasi totale perdita di fiducia della Russia nell’Occidente renderebbe molto più difficile raggiungere un eventuale accordo sull’Ucraina, sebbene i contatti tra i servizi di intelligence russi e statunitensi stiano almeno continuando.

Da quando ha subito una serie di battute d’arresto militari, Putin ha sempre più lanciato la sua invasione dell’Ucraina come una lotta per difendere la Russia contro un aggressivo “Occidente collettivo”.

Patsy Widakuswara, capo dell’ufficio della Casa Bianca della ColorNews, ha contribuito a questo rapporto. Alcune informazioni per questa storia sono arrivate da Reuters.

Ultime Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button