L’Italia ha avvertito della morte di bambini sulla nave dei migranti poche ore prima che si capovolgesse

La mattina presto dell’ultimo giorno in mare dell’Adriana, le autorità italiane hanno inviato un allarmante avvertimento ai loro colleghi dell’UE e della Grecia: due bambini erano morti a bordo della barca di migranti sovraccarica.

L’allerta è stata inviata alle 8:01 UTC, poco più di un’ora dopo che gli italiani avevano inizialmente avvistato la nave alle 6:51, secondo un’indagine di Welt am Sonntag e POLITICO. La nave si sarebbe poi fermata nell’oceano e si sarebbe capovolta quella notte, uccidendo centinaia di migranti a bordo.

I nuovi dettagli sono rivelati in un documento interno all’agenzia di frontiera dell’UE Frontex e visti da Welt, parte di un “rapporto di incidente grave” che Frontex sta compilando sulla tragedia.

I risultati sollevano interrogativi sul fatto che le autorità sapessero di gravi problemi sulla barca molto prima di quanto abbiano ammesso. Il documento complica ulteriormente la cronologia che le autorità europee hanno fornito sulla barca: Frontex ha affermato che il suo aereo è stato il primo a scoprire l’Adriana alle 9:47, mentre il governo greco ha dichiarato di essere stato allertato intorno alle 8:00

Secondo il documento interno, l’avvertimento di Roma è andato sia a Frontex che all’ufficio centrale della guardia costiera greca per le operazioni di soccorso al Pireo, che si trova sulla costa vicino ad Atene. Eppure, nonostante l’allarme, le autorità greche non hanno inviato una nave della guardia costiera alla barca fino alle 19:40, quasi 12 ore dopo. La barca si è poi capovolta intorno alle 23:00, circa 15 ore dopo l’arrivo dell’avviso di Roma, provocando la morte di circa 600 persone.

I sopravvissuti hanno detto che i tentativi della guardia costiera greca di attaccare le corde alla nave l’hanno causata il capovolgimento – i resoconti che i funzionari greci dicono non sono definitivi. Solo 104 persone sono state portate a riva vive.

Frontex ha rifiutato di commentare il documento interno che mostra l’avvertimento italiano, citando le “indagini in corso” e facendo riferimento a una dichiarazione del 16 giugno. Quella dichiarazione elenca una cronologia degli eventi a partire dalle 9:47 con l’aereo di Frontex che ha avvistato la barca.

Dimitris Kairidis, il nuovo ministro greco per la migrazione, ha dichiarato a POLITICO a Bruxelles di non aver visto la nota di Frontex, e non ha né confermato né smentito che Atene avesse ricevuto l’allerta di Roma che menzionava bambini morti.

C’è, ha detto, una “indagine giudiziaria indipendente” e se qualcuno viene ritenuto responsabile, “ci saranno sicuramente delle conseguenze”.

“Ma fino ad allora”, ha aggiunto, “non dovremmo affrettarci a trarre conclusioni e piegarci alle pressioni politiche”.

Alla richiesta di commento, il governo greco ha fatto riferimento a una dichiarazione sul sito web della guardia costiera del 14 giugno, che menziona informazioni provenienti da Roma intorno alle 8 del mattino. Non dice se tali informazioni includessero un avvertimento sui bambini morti a bordo.

Dimitris Kairidis, il nuovo ministro greco per la migrazione, ha dichiarato a POLITICO a Bruxelles di non aver visto la nota di Frontex, e non ha né confermato né smentito che Atene avesse ricevuto l’allerta di Roma che menzionava bambini morti. | Dimitris Kapantais/SOOC/AFP tramite Getty Images

Il governo italiano non ha risposto a una richiesta di commento.

La Grecia ha dovuto affrontare crescenti pressioni politiche per la tragedia.

La parlamentare tedesca Clara Bünger, membro di The Left, sta spingendo per una revisione del dramma che si è svolto al largo di Pylos.

Ha detto a Welt che “all’avvistamento di una barca così sovraffollata, Frontex avrebbe dovuto emettere immediatamente un segnale di soccorso mayday; ancor di più se Frontex sapesse che già martedì mattina a bordo c’erano due bambini morti».

Che ciò non sia accaduto, ha aggiunto, è “oltraggioso e imperdonabile”.

Frontex ha cercato di riabilitare la sua reputazione sotto il nuovo direttore Hans Leijtens, ma Bünger ha sostenuto di essere in una missione condannata. Frontex, ha affermato, dovrebbe semplicemente essere sciolta.

“Questo progetto è fallito miseramente”, ha detto.

Erik Marquardt, membro tedesco del Parlamento europeo dei Verdi, ha sottolineato che la Germania presiede il consiglio di amministrazione di Frontex.

“Mi aspetto che il governo tedesco applichi la piena trasparenza qui”, ha detto.

La Commissione europea, l’esecutivo dell’UE, ha affermato di non commentare “indagini in corso” o “fughe di notizie”.

Ma la Commissione ha sottolineato: “I fatti sul tragico incidente al largo di Pylos devono essere chiariti. Questa è la priorità ora”.

Gregorio Sorgi ha contribuito alla cronaca.

Ultime Notizie

Back to top button