Lo Zimbabwe combatte un numero sempre maggiore di casi di abuso di droga, soprattutto tra i giovani

HARARE, ZIMBABWE —

I funzionari dello Zimbabwe, che sta affrontando un crescente problema di abuso di sostanze stupefacenti, soprattutto tra i giovani disoccupati, affermano che gli arresti sono aumentati nel 2024, con quasi 2.400 persone prese in custodia finora.

I funzionari affermano che le difficoltà economiche stanno ostacolando gli sforzi per arginare il problema.

Il ministro dell’Informazione dello Zimbabwe, Jenfan Muswere, ha affermato che il governo ha recentemente approvato una revisione delle multe che vanno dai 30 ai 400 dollari o della reclusione non superiore a due anni per qualsiasi azienda condannata per la vendita di droghe illecite.

Ha detto che oltre alle 2.373 persone arrestate nel 2024, 48 basi in sei province sono state saccheggiate e distrutte.

“La lotta contro la piaga della droga e dell’abuso di sostanze continuerà in tutte le province dello Zimbabwe”, ha affermato Muswere. “Le organizzazioni religiose hanno abbracciato la lotta contro la droga e l’abuso di sostanze attraverso campagne che incoraggiano soprattutto i giovani a vivere una vita libera dalla droga”.

Oscar Pambuka dice di ringraziare Dio per la sua incarcerazione dopo essere stato recentemente rilasciato dal carcere, dove stava scontando una pena per uso di droga, ad Harare, Zimbabwe, il 25 giugno 2024. (Columbus Mavhunga/ColorNews)

Oscar Pambuka, recentemente rilasciato dal carcere dopo aver scontato una pena per uso di droga, ha affermato che sono necessari più strumenti per combattere il vizio, come la creazione di più posti di lavoro.

Ha detto di aver iniziato a prendere metanfetamine cristalline dopo che lui e sua moglie hanno divorziato e lui non aveva lavoro.

“Ho iniziato ad associarmi ai nuovi personaggi”, ha detto Pambuka. “Sono diventati i miei nuovi amici. E all’interno di queste associazioni, mi sono innamorato di una droga chiamata Crystal Meth. … Mi faceva sentire a mio agio. Mi dava una gioia temporanea.

Ma il suo consumo di droga ha portato alla perdita di risorse finanziarie e delle sue reti, ha detto, perché molte persone non vogliono associarsi con i tossicodipendenti. Ha anche perso peso – 20 chilogrammi (44 libbre) tra il 2016 e il 2020 – anche se ha iniziato a riprenderne un po’ in prigione.

“Ringrazio Dio per l’incarcerazione”, ha detto.

I funzionari affermano che l’economia dello Zimbabwe è stata danneggiata dalle sanzioni statunitensi contro il governo per presunta corruzione e violazioni dei diritti umani nei primi anni 2000.

I critici attribuiscono il declino economico alla corruzione e alle cattive politiche di Harare.

L’inflazione è a un tasso annuo del 55%, inferiore all’iperinflazione che ha afflitto lo Zimbabwe in passato, ma ancora abbastanza alto da rendere difficile il costo della vita per la maggior parte dei comuni cittadini dello Zimbabwe.

Si prevede che i rappresentanti del governo e delle agenzie delle Nazioni Unite nello Zimbabwe incontreranno il presidente Emmerson Mnangagwa ad Harare questo mercoledì per elaborare un piano nazionale sull’abuso di droghe e sostanze.

Ultime Notizie

Back to top button