L'offerta segreta di un famigerato gangster per il centro commerciale di Chinatown fa scattare l'allarme

Un personaggio noto della scena criminale di Chinatown sta tentando segretamente di ottenere una quota dell'East Broadway Mall di proprietà della città, come rivelato da una lettera alla polizia di New York; la questione è attualmente sotto esame da parte dell'amministrazione Adams. Guo Liang Chi, noto per il suo passato sanguinoso come leader della temuta gang Fuk Ching, è il soggetto della lettera, che sostiene il suo coinvolgimento clandestino nelle transazioni finanziarie del centro commerciale.

Guo, tristemente famoso per essersi dichiarato colpevole di cinque omicidi e per il suo ruolo nel tragico incidente di contrabbando Golden Venture, sembra stia tentando un ingresso discreto nella scena immobiliare. Secondo la lettera ottenuta dal Daily News, il collegamento di Guo con l'East Broadway Mall emerge tra turbolenze finanziarie e indagini federali in corso collegate a Winnie Greco, un'assistente chiave del sindaco Eric Adams.

“Il centro commerciale è in difficoltà da quando il suo gestore, Terry Chan, ha dichiarato bancarotta nel 2019”, afferma Sarah Keenan, avvocato di Chan. Keenan sottolinea che il Department of Citywide Administrative Services ha lavorato per trasferire la locazione a Broadway East Group LLC (BEG), un'entità legata a Greco. Tuttavia, la maggior parte degli investitori di BEG si è ritirata dopo che l'FBI ha fatto irruzione nelle residenze di Greco a febbraio, indagando sui suoi legami con attività potenzialmente illecite.

La lettera rivela inoltre che Guo, noto anche con lo pseudonimo Ah Kay, intende oscurare il suo coinvolgimento presentando suo figlio come facciata per l'investimento. Un imprenditore nel centro commerciale ha raccontato un incontro in cui Guo ha presentato suo figlio come il futuro supervisore del progetto, aggiungendo: “Guo Liang Chi sta cercando un investitore fantoccio per mascherare il suo coinvolgimento, con la promessa di rimborsarlo dopo la chiusura”.

La portavoce del Municipio Amaris Cockfield ha risposto: “La nostra amministrazione si attiene ai più alti standard etici. Non appena questa informazione è stata portata alla nostra attenzione, abbiamo immediatamente iniziato a esaminare le preoccupazioni sollevate”.

La storia di Guo è segnata da violenza e operazioni commerciali illegali. Descritto da un pubblico ministero come “un uomo incredibilmente violento con zero riguardo per la vita umana”, la carriera criminale di Guo include il suo arresto a Hong Kong, l'estradizione e un patteggiamento che ha ridotto la sua condanna da 20 anni a 12 anni in cambio della collaborazione con l'FBI.

Ultime Notizie

Back to top button