Mondo

L’olandese arresta il presunto capo della sicurezza IS

Un uomo, che avrebbe svolto un ruolo importante nella guerra siriana al fianco delle organizzazioni terroristiche Jabhat al-Nusra e dello Stato islamico, è stato arrestato ad Arkel, nei Paesi Bassi, secondo la Procura olandese.

Secondo il Pubblico Ministero, a causa del rango dell’uomo nell’IS, è probabile che abbia anche contribuito ai crimini di guerra che il gruppo ha commesso in Siria. Lo Stato islamico ha iniziato a prendere il controllo del territorio in Siria nel 2013 durante una guerra civile che si stava svolgendo all’interno del paese.

Il sospettato ha presentato domanda di asilo nei Paesi Bassi nel 2019 e si è stabilito ad Arkel nel 2020. Il Pubblico Ministero sospetta che l’uomo abbia ricoperto una posizione dirigenziale in IS dal 2015 al 2018. Prima di allora, sospettano che abbia ricoperto la stessa posizione a Jabhat al- Nusra per due anni.

“Il capo della sicurezza dello Stato islamico e Jabhat al-Nusra vive quindi nei Paesi Bassi dal 2019. Appena arrestato. Avrebbe potuto causare morte e distruzione anche qui. Non posso credere che quel terrorista sia entrato nel nostro paese e sia rimasto libero per 4 anni. Siamo gestiti da dilettanti. #grenzendicht”, Geert Wilders, leader del Partito per la Libertà twittato.

L’indagato sarà portato davanti al giudice istruttore dell’Aja il 20 gennaio.

(Sofia Stuart Leeson | EURACTIV.com)

Ultime Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button