L'Ucraina segnala l'abbattimento di 14 droni aerei mentre la Russia attacca il porto di Odessa

Le autorità ucraine hanno dichiarato che mercoledì un attacco missilistico russo al porto di Odessa ha ucciso almeno due persone.

L'attacco faceva parte di quello che l'esercito ucraino ha definito come cinque missili balistici e guidati e 20 droni che la Russia ha schierato nella sua ultima ondata di attacchi aerei giornalieri contro diverse zone dell'Ucraina.

L'aeronautica militare ucraina ha affermato che le difese aeree del Paese hanno abbattuto 14 dei 20 droni, con intercettazioni avvenute nelle regioni di Cherkasy, Dnipropetrovsk, Kherson, Khmelnytskyi, Mykolaiv, Odessa, Rivne e Vinnytsia.

Oleksandr Koval, governatore regionale di Rivne, ha dichiarato su Telegram che i droni russi hanno preso di mira le infrastrutture energetiche. Koval ha riferito che non ci sono stati feriti nell'attacco.

Il gestore della rete elettrica Ukrenergo ha segnalato un grave attacco a uno dei suoi impianti a Rivne.

Il ministero della Difesa russo ha dichiarato di aver abbattuto due droni ucraini nelle regioni di Belgorod e Voronezh.

NATO aid

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy si trova a Washington, dove sta spingendo i leader della NATO ad aumentare il sostegno all'esercito ucraino, in particolare per quanto riguarda la difesa aerea.

In un discorso pronunciato martedì sera, Zelenskyi ha sottolineato gli attacchi russi di lunedì, nei quali sono stati impiegati 40 missili e hanno colpito un ospedale pediatrico di Kiev, uccidendo almeno 43 persone in tutto il Paese e ferendone circa 200.

Zelensky ha auspicato un'azione rapida, soprattutto da parte degli Stati Uniti, affermando che i funzionari non dovrebbero aspettare le elezioni americane di novembre.

“È tempo di uscire dall'ombra, di prendere decisioni forti, di agire e di non aspettare novembre o qualsiasi altro mese. A tal fine, dobbiamo essere forti e intransigenti”, ha detto Zelenskyy.

Il leader ucraino ha fatto commenti simili martedì mattina a margine del vertice della NATO, dicendo alla ColorNews che avrebbe parlato con i leader.

“Lì discuteremo delle priorità prima di tutto. Questi sono i sistemi di difesa aerea. Penso che dopo questo, sia il Presidente [Joe] Biden e altri leader possono essere più potenti e più decisi di quanto non siano stati fino a questo punto”, ha affermato. “Sebbene io sia grato al presidente, all'amministrazione e al Congresso degli Stati Uniti per il pacchetto che è stato votato, ci aspettiamo che arrivi gradualmente sul campo di battaglia e rafforzi gradualmente il nostro esercito”.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken e il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba hanno parlato dell'impegno degli Stati Uniti e di altri paesi nei confronti dell'Ucraina prima del loro incontro di martedì.

“Il successo dell'Ucraina come paese forte, indipendente e di successo è la migliore risposta possibile all'aggressione che continua a essere commessa da Putin e dalla Russia contro l'Ucraina, incluso un attacco di sole 24 ore fa al più grande ospedale pediatrico di Kiev, un ospedale che ho visitato un paio di anni fa quando ero in Ucraina per far visita ai bambini, alcuni dei quali sono stati vittime dell'aggressione russa, altri malati di cancro, affetti da altre malattie, curati in questa straordinaria struttura”, ha detto Blinken.

Kuleba ha detto che avrebbe “sollevato la questione della possibile assistenza degli Stati Uniti nella ricostruzione e nel riequipaggiamento di questo ospedale, perché dobbiamo rilanciarlo il prima possibile. Ci sono bambini che hanno bisogno di supporto quotidiano, assistenza quotidiana, interventi chirurgici, altre procedure e manipolazioni. Devono continuare”.

Martedì mattina, alle Nazioni Unite, il Consiglio di sicurezza si è riunito in seduta d'urgenza per discutere dell'attacco all'ospedale pediatrico Okhmatdyt di Kiev.

Il capo ad interim dell'ufficio per gli affari umanitari delle Nazioni Unite ha sottolineato che gli ospedali sono protetti dal diritto internazionale umanitario.

“Dirigere intenzionalmente attacchi contro un ospedale protetto è un crimine di guerra e i responsabili devono essere ritenuti responsabili”, ha affermato Joyce Msuya.

Ha affermato che i reparti di terapia intensiva, chirurgia e oncologia sono stati gravemente danneggiati e il centro dialisi è stato distrutto.

“I primi soccorritori giunti sulla scena subito dopo l'attacco hanno trovato bambini sottoposti a cure per il cancro nei letti d'ospedale allestiti nei parchi e per strada, dove gli operatori sanitari avevano rapidamente allestito aree di smistamento tra il caos, la polvere e i detriti”, ha detto Msuya.

Il ministero della Difesa russo ha affermato che gli attacchi hanno preso di mira gli impianti di difesa ucraini e le basi aeree militari e hanno avuto successo. Ha negato di aver preso di mira strutture civili e ha affermato senza prove che le immagini da Kiev indicavano che il danno era stato causato da un missile di difesa aerea ucraino.

L'ambasciatore russo all'ONU ha ribadito la stessa opinione, affermando che il Consiglio è stato coinvolto in una “sporca campagna di propaganda” a favore dell'Ucraina e dei suoi sostenitori.

“La Russia non colpisce obiettivi civili in Ucraina”, ha affermato Vassily Nebenzia, mettendo in dubbio la tempistica dell'incidente alla vigilia del vertice della NATO a Washington.

“L'attacco di ieri è stato molto chiaro: Putin non è interessato alla pace. È impegnato a seminare morte e distruzione nel perseguimento della sua guerra di aggressione”, ha affermato l'inviata statunitense Linda Thomas-Greenfield.

La corrispondente ONU di ColorNews Margaret Besheer e il reporter della Casa Bianca di ColorNews Misha Komadovsky hanno contribuito a questo rapporto. Alcune informazioni per questo articolo sono state fornite da Reuters, Agence France-Presse e The Associated Press.

Ultime Notizie

Back to top button