Lufthansa ottiene l’approvazione dell’UE per il suo accordo con la compagnia aerea italiana

I funzionari italiani hanno spinto molto affinché l’UE approvasse l’accordo. Il vice primo ministro Matteo Salvini il mese scorso ha affermato che un potenziale veto sarebbe stato un “atto ostile” contro il paese. Il primo ministro Giorgia Meloni ha affermato l’anno scorso che la Commissione europea stava tergiversando quando ci aveva “chiesto per anni di trovare una soluzione” ai problemi finanziari della compagnia aerea nazionale.

Le aziende rinunceranno ai redditizi slot di decollo e atterraggio all’aeroporto di Milano Linate per consentire a un concorrente di sviluppare rotte da lì verso l’Europa centrale. Inoltre, cederanno asset per consentire a uno o due concorrenti di gestire voli tra Roma o Milano e altri aeroporti dell’Europa centrale.

Sulle rotte transatlantiche più redditizie, le compagnie aiuteranno i concorrenti tramite accordi di cooperazione o scambi di slot per migliorare i collegamenti sulle rotte verso il Nord America.

La Commissione valuterà i potenziali concorrenti che intendono accettare queste offerte e dovrà approvarli separatamente prima che l’accordo con Lufthansa possa essere completato.

Lufthansa acquisterà una quota del 41 percento di ITA tramite un aumento di capitale da 325 milioni di euro, con l’opzione di acquistare la quota rimanente dal governo italiano in un secondo momento.

Il governo italiano era ansioso di trovare un acquirente per ITA Airways, che ha iniziato nel 2020 come compagnia aerea di proprietà statale del paese dopo il crollo di Alitalia e dopo mesi di trattative con l’UE su un piano di salvataggio. Una serie di salvataggi italiani e altri aiuti finanziari per Alitalia nel corso di diversi decenni l’avevano resa un punto di attrito quasi costante con le autorità di controllo della concorrenza dell’UE.

Ultime Notizie

Back to top button