L’uomo che ha sparato a un orso morto dice di aver ricevuto minacce di morte

(vedi articolo) (COLORnews) – SAN BENEDETTO DEI MARSI, 3 SET – L’uomo che la scorsa settimana ha ucciso a colpi di arma da fuoco un’orsa detta Amarena nel comune abruzzese di San Benedetto dei Marsi ha detto domenica all’COLORnews di essere stato colpito da una raffica di orsi minacce di morte.

“Sono tre giorni che non dormo né mangio”, ha detto Andrea Leombruni, indagato per la morte dell’animale.

“Ho smesso di vivere. Ricevo continuamente telefonate e messaggi con minacce di morte.

“Hanno chiamato anche la madre di 85 anni. Tutta la mia famiglia è messa alla berlina.

“Ho fatto la cosa sbagliata”, ha continuato.

“Me ne sono accorto appena ho sparato il colpo. Sono stato io a chiamare i carabinieri”.

La moglie di Leombruni ha confermato che tutta la famiglia stava attraversando un calvario.

“Questa violenza non è giusta, questa tortura a cui ci sottopongono”, ha detto.

“La Procura sta indagando e giudicherà.

“Certamente verremo puniti, giustamente, ma perché dobbiamo convivere con la protezione della polizia? “Perché dovremmo avere paura di vivere?”. (COLORnews).

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button