“Lupo solitario” accusato dell’omicidio del primo ministro slovacco

Per l’uccisione del primo ministro slovacco Robert Fico è stato accusato un “lupo solitario” non affiliato a gruppi politici, ha dichiarato giovedì il ministro degli Interni Matus Sutaj Estok.

Il leader populista di sinistra è stato ucciso mercoledì pomeriggio in un tentativo di omicidio dopo una riunione di gabinetto nella città centrale di Handlova.

Fico è in gravi condizioni ma dovrebbe sopravvivere, ha detto giovedì un funzionario dell’ospedale.

Mercoledì la polizia ha arrestato un sospetto, secondo TA3, una stazione televisiva locale. Giovedì il sospettato è stato accusato di tentato omicidio.

Il 59enne primo ministro è stato trasportato in elicottero a Banská Bystrica, capoluogo della regione, dove è stato sottoposto a diverse ore di intervento chirurgico in un reparto di terapia intensiva.

“Sono rimasto molto scioccato… Fortunatamente, per quanto ne so, l’operazione è andata bene, e credo che alla fine sopravvivrà”, ha detto Tomas Taraba, vice primo ministro slovacco e ministro dell’ambiente, alla BBC “Newshour”. .”

Fico è stato colpito all’addome quando cinque colpi sono stati sparati davanti alla Casa della Cultura di Handlova, dove Fico si stava incontrando con i sostenitori, hanno riferito i media locali.

Estok ha detto mercoledì che l’indagine iniziale ha scoperto che l’attacco aveva “una chiara motivazione politica”.

La Slovacchia ha vissuto disordini politici poiché migliaia di slovacchi si sono ripetutamente manifestati nella capitale del paese, Bratislava, per protestare contro le politiche di Fico. Fico è tornato al potere per la quarta volta lo scorso anno dopo che il suo partito ha vinto le elezioni parlamentari su una piattaforma filo-russa e anti-americana.

La presidente slovacca Zuzana Caputova, oppositrice politica di Fico, ha detto giovedì che i leader dei partiti politici slovacchi si incontreranno per calmare la nazione.

“Usciamo dal circolo vizioso dell’odio e delle accuse reciproche”, ha detto il presidente uscente in una conferenza stampa a Bratislava. “Quello che è successo ieri è stato un atto individuale. Ma il clima di tensione e odio è stato il nostro lavoro collettivo”.

In un telegramma a Caputova, il presidente russo Vladimir Putin ha definito la sparatoria “mostruosa”.

Mercoledì il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dichiarato in una dichiarazione: “Condanniamo questo orribile atto di violenza. La nostra ambasciata è in stretto contatto con il governo della Slovacchia ed è pronta ad assistere”.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres condanna fermamente “l’attacco scioccante”, ha detto mercoledì in un briefing Farhan Haq, portavoce del segretario generale.

Parte del materiale contenuto in questo rapporto proviene da Associated Press, Agence France-Presse e Reuters.

Ultime Notizie

Back to top button