Macron cerca di rompere l'impasse politica dopo il voto frammentato

Il presidente francese Emmanuel Macron ha chiesto al parlamento di negoziare un'ampia coalizione delle “istituzioni repubblicane” del paese. Spera di porre fine alla situazione di stallo dopo le elezioni anticipate inconcludenti.

“Chiedo a tutte le forze politiche che si riconoscono nelle istituzioni repubblicane, nello Stato di diritto, nella democrazia parlamentare, nell'orientamento europeo e nella difesa dell'indipendenza della Francia, di avviare un dialogo sincero e leale per costruire una maggioranza solida e, per definizione, pluralista”, ha affermato Macron.

L'accordo sembrava creato per escludere il partito di estrema destra National Rally, o RN, di Marine Le Pen. Inoltre, implicitamente non include France Unbowed, o LFI, del focoso Jean-Luc Melenchon. LFI costituisce una grande parte dell'alleanza di sinistra New Popular Front, o NFP.

Mercoledì, l'NFP aveva il maggior numero di seggi all'Assemblea nazionale. Il gruppo centrista di Macron è arrivato secondo, e l'RN terzo.

Sebbene sia consuetudine per Macron chiedere al gruppo parlamentare più numeroso di formare il governo, la Costituzione non lo obbliga a farlo.

“Il migliore che abbia mai [Macron] può fare per il paese in questa fase è permettere al gruppo che ha vinto più seggi, il Nuovo Fronte Popolare, di governare. Qualsiasi altra macchinazione sarebbe davvero problematica e pericolosa per la democrazia”, ​​ha affermato il membro del NFP Eric Coquerel.

Il governo del Primo Ministro Gabriel Attal resterà al potere mentre si avvicinano le Olimpiadi a Parigi. Il gruppo centrista di Attal in parlamento sta cercando il suo successore.

Con il blocco più grande all'Assemblea nazionale, la sinistra francese vuole proporre un nuovo primo ministro.

“Il presidente si rifiuta di riconoscere i risultati delle urne, che hanno messo il Nuovo Fronte Popolare in vantaggio in termini di voti e di seggi”, ha affermato Melenchon in un post sui social media.

Fino alla pubblicazione della sua lettera mercoledì, Macron era rimasto in silenzio dopo le elezioni ed era assente per un vertice della NATO.

L'ampia alleanza di sinistra NFP ha dichiarato che suggerirà un candidato primo ministro entro la fine della settimana. Ogni contendente dovrà affrontare un voto di fiducia da parte del parlamento.

Ultime Notizie

Back to top button