Manifestazione antifascista a Roma dopo l’attacco di CasaPound agli studenti

L’Anpi chiede lo scioglimento di CasaPound.

Giovedì sera a Roma si svolgerà una manifestazione antifascista per protestare contro l’aggressione a quattro studenti da parte di esponenti del movimento neofascista CasaPound.

Al comizio in piazza Vittorio parteciperanno i rappresentanti del partito d’opposizione Partito Democratico (PD), di centrosinistra, della CGIL e dell’ANPI, associazione partigiana italiana che preserva la memoria del movimento di resistenza contro il fascismo.

Gli organizzatori della manifestazione affermano che essa si svolge “in risposta all’attacco fascista e codardo” contro gli studenti che martedì sera tornavano a casa dopo aver protestato con i partiti di opposizione contro il controverso disegno di legge di riforma costituzionale del Premierato e una nuova legge che dà maggiore spazio alle regioni italiane. autonomia.

Gli studenti, membri di gruppi studenteschi di sinistra, portavano bandiere e indossavano magliette con riferimenti allo spazio occupato dagli Spin Time Labs a Roma.

Mentre passavano davanti a un pub frequentato da CasaPound in una traversa di via Merulana, gli studenti sono stati assaliti da quattro militanti di estrema destra in un attacco a sfondo politico.

Una delle studentesse ha filmato l’aggressione sul suo telefono e il filmato ha aiutato la polizia a identificare i responsabili della violenza.

“Nel dare agli studenti tutta la nostra solidarietà e il nostro sostegno, esprimiamo forte preoccupazione per il clima che si sta creando nel nostro Paese” – hanno affermato gli organizzatori della manifestazione – “Le organizzazioni che fanno riferimento al fascismo e al nazismo evidentemente ora si sentono giustificate, tollerate e capaci di agire impunemente.”

Oltre a condannare l’attentato, l’ANPI di Roma ha chiesto “lo sgombero dell’edificio di proprietà pubblica che ormai da anni è diventato il covo fascista di CasaPound e lo scioglimento di questa organizzazione la cui esistenza costituisce un pericolo per l’incolumità delle persone. “

Confermando la presenza del suo partito alla manifestazione di giovedì, la leader del PD Elly Schlein ha detto: “Quanto ancora dovremo aspettare [Interior] Il ministro Piantedosi faccia il suo dovere e prenda misure per sciogliere i movimenti fascisti? La violenza è ormai quotidiana, i campanelli d’allarme suonano forti, l’indifferenza è complicità.”

Ultime Notizie

Back to top button