Mattarella visita la Moldavia, lancia l’allarme disinformazione sulla Russia – Politica

Il presidente italiano Sergio Mattarella ha incontrato martedì a Chisinau la sua controparte moldava Maia Sandu e ha parlato della guerra di aggressione che la Russia ha condotto oltre il confine con l’Ucraina e della minaccia che Mosca rappresenta anche attraverso la disinformazione.

“A poche centinaia di chilometri da qui infuria la brutale guerra di aggressione scatenata dalla Federazione Russa”, ha detto Mattarella dopo aver incontrato Sandu.

“Il recente vertice del G7 ospitato dall’Italia ha confermato che la nostra volontà di assistere l’Ucraina non verrà meno e continuerà finché necessario.

“Con il presidente Sandu abbiamo parlato anche dell’importanza di preservare le nostre democrazie liberali, soprattutto nell’attuale contesto internazionale.

“La libertà e la democrazia non sono mai garantite, vanno difese e consolidate.

“La campagna di disinformazione russa è insistente in tutta Europa e deve essere affrontata nell’Ue e nella Nato”.

Mattarella ha parlato anche di “una tempesta diffusa di fake news”, definendole “una forma di ostilità inaccettabile” e invocando misure internazionali per contrastare il fenomeno.

Sandu ha affermato che i due problemi principali della Moldavia sono la corruzione, sostenendo che per combatterla è necessaria una riforma del sistema giudiziario, e l’aggressione della Russia.

“Non vogliamo vivere in un paese in cui i bambini vengono messi in prigione per aver criticato il governo”, ha detto.

“Vogliamo vivere liberi in Europa e siamo pronti a compiere ogni sforzo per riuscirci”.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button