Esteri

Meloni è “la donna più pericolosa d’Europa”, dice St

L’articolo sulla rivista tedesca arriva giorni prima delle elezioni in Italia.

Giorgia Meloni, leader del partito di estrema destra Fratelli d’Italia, compare sulla copertina del settimanale di attualità tedesco Stern insieme a un titolo che recita “la donna più pericolosa d’Europa”.

Il titolo controverso fa parte di un articolo che inizia: ‘La postfascista Giorgia Meloni può vincere le elezioni in Italia con l’aiuto degli amici di Putin. Ciò avrebbe conseguenze estreme per noi”.

L’articolo della rivista ampiamente di sinistra, scritta da Luisa Brandl e Andrea Ritter, esce in edicola in Germania giovedì, pochi giorni prima che gli italiani votino alle elezioni generali del 25 settembre.

“Si presenta come cristiana, moderna e innocua” – si legge in copertina – “Allo stesso tempo Giorgia Meloni vuole trasformare l’Italia in uno Stato autoritario, se vince le elezioni”.

L’articolo fa riferimento alle invettive di Meloni contro la “lobby LGBT” e al suo sostegno al primo ministro ungherese di estrema destra Victor Orbán, e sostiene che nel 2020 abbia diffuso “notizie false sul coronavirus e twittato che l’UE trarrebbe beneficio dalla pandemia, senza spiegare esattamente come”.

Stern afferma anche: “Meloni dice di essere cristiana, ma questo non significa necessariamente che le piaccia andare in chiesa”, aggiungendo che “sostiene i gruppi ultraconservatori che, in nome di Dio, si stanno mobilitando contro il diritto all’aborto e famiglie ‘innaturali'”.

L’articolo sottolinea i legami russi degli alleati di Meloni nel blocco di destra dominato dal suo partito – il leader della Lega Matteo Salvini e il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi – sostenendo che entrambi “mantengono legami con il Cremlino. Attraverso di loro, Putin avrebbe per la prima volta alleati in il governo di un paese dell’Europa occidentale e con il loro aiuto potrebbe destabilizzare l’Unione”.

In termini di politica estera, secondo Stern, “molto suggerisce che Meloni avrà un approccio pragmatico a livello europeo, per garantire che Bruxelles continui a inviare denaro a Roma”.

L’articolo su Stern segue un pezzo dal titolo simile pubblicato ad agosto da The Spectator che chiedeva “Giorgia Meloni è la donna più pericolosa d’Europa?”

La Meloni, che è in testa ai sondaggi d’opinione in vista delle elezioni, ha insistito sul fatto che non rappresenterà un pericolo per la democrazia se diventerà premier, sostenendo che il suo partito ha “consegnato il fascismo alla storia”.

Ultime Notizie

Back to top button