Mentre migliaia di persone visitano le rovine Maya, il ricordo del rivoluzionario accademico ucraino è in gran parte dimenticato

Il 20 giugno ha segnato l’inizio del solstizio d’estate, un momento che attira migliaia di persone da tutto il mondo verso le antiche rovine Maya di Chichen Itza, in Messico, per vedere un fenomeno che appare ogni anno: l’ombra di un serpente che scende dall’alto del periodo principale del sito. Ciò che molti visitatori non sanno è che gran parte della moderna comprensione degli antichi Maya affonda le sue radici nel lavoro di un accademico di origine ucraina dell’era sovietica. Marcus Harton racconta questo rapporto di Olga Pavlova a Mosca. Camera: Ricardo Marquina Montanana e Luis Ramirez

Ultime Notizie

Back to top button