Migliaia di persone marciano in Grecia mentre cresce la rabbia per le morti in treno

Atene, Grecia –

Le proteste si sono intensificate in Grecia pochi giorni dopo il disastro ferroviario più mortale del paese, quando migliaia di studenti sono scesi in piazza in diverse città e i manifestanti si sono scontrati con la polizia ad Atene.

Almeno 57 persone, tra cui diversi studenti universitari, sono morte quando un treno passeggeri si è schiantato contro un vettore merci poco prima della mezzanotte di martedì. Il governo ha incolpato l’errore umano e un funzionario delle ferrovie è accusato di omicidio colposo.

La violenza di venerdì sera non è stata estesa e per il resto le proteste sono state pacifiche. Scontri si sono verificati anche nella seconda città più grande della Grecia, Salonicco.

Ad Atene, la polizia antisommossa fuori dal parlamento ha sparato gas lacrimogeni e granate stordenti per disperdere un piccolo numero di manifestanti che hanno lanciato contro di loro molotov, incendiato cassonetti e sfidato i cordoni di polizia. Non sono stati segnalati arresti o feriti.

Le proteste indette dai gruppi di sinistra e studenteschi sono state alimentate dalla rabbia per la percepita mancanza di misure di sicurezza nella rete ferroviaria greca. Il più grande venerdì è stato nella città greca centrale di Larissa, non lontano dal luogo dell’incidente, dove diverse migliaia di persone hanno marciato pacificamente. Proteste simili si sono svolte mercoledì e giovedì.

Primo funerale nel nord della Grecia

L’incidente di Tempe, 380 chilometri a nord di Atene, ha sconvolto la nazione e messo in evidenza le carenze di sicurezza nella piccola e datata rete ferroviaria.

Mentre le squadre di recupero hanno trascorso un terzo giorno a perlustrare il relitto venerdì e le famiglie hanno iniziato a ricevere i resti dei loro cari, il funerale per la prima delle vittime si è tenuto nel nord della Grecia.

Athina Katsara, una madre di 34 anni di un neonato, veniva sepolta nella sua città natale di Katerini. Il marito ferito è stato ricoverato in ospedale e impossibilitato a partecipare.

Straziante processo di identificazione

La forza della collisione frontale e il conseguente incendio hanno complicato il compito di determinare il bilancio delle vittime. I funzionari hanno lavorato 24 ore su 24 per abbinare parti di corpi smembrati e bruciati con campioni di tessuto per stabilire il numero.

I corpi sono stati restituiti alle famiglie in bare chiuse dopo l’identificazione tramite campioni di DNA dei parenti prossimi, un processo seguito per tutti i resti.

I rottami dei treni giacciono sulle linee ferroviarie, dopo l’incidente ferroviario di martedì il più mortale mai registrato nel paese, a Tempe, a circa 376 chilometri a nord di Atene, vicino alla città di Larissa, in Grecia, il 3 marzo 2023.

I parenti dei passeggeri ancora elencati come dispersi hanno aspettato fuori da un ospedale di Larissa per i risultati dei test. Tra loro c’era Mirella Ruci, il cui figlio di 22 anni, Denis, è rimasto disperso.

“Finora mio figlio non è in nessuna lista ufficiale e non ho informazioni. Chiedo a chiunque lo abbia visto, nel vagone 5, posto 22, di contattarmi se lo ha visto”, Ruci, che ha lottato per impedire alla sua voce di incrinarsi, ha detto ai giornalisti.

Bandiere a mezz’asta

Le bandiere dell’antica Acropoli, del parlamento e di altri edifici pubblici in tutta la Grecia sono rimaste a mezz’asta il terzo giorno di lutto nazionale. I servizi ferroviari nazionali sono stati interrotti da uno sciopero per il secondo giorno, con altri scioperi previsti nel fine settimana.

Venerdì la polizia ha perquisito un ufficio di coordinamento ferroviario a Larissa, rimuovendo le prove come parte di un’indagine in corso. Il direttore della stazione della struttura è stato arrestato e accusato di molteplici accuse di omicidio colposo.

Stelios Sourlas, un avvocato che rappresenta una vittima della collisione di 23 anni, ha affermato che la responsabilità delle morti è andata oltre il direttore della stazione.

“Il gestore della stazione può avere la responsabilità principale… ma la responsabilità è anche più ampia: ci sono gli operatori ferroviari e i funzionari pubblici il cui compito era garantire che le misure e le procedure di sicurezza fossero correttamente messe in atto”, ha affermato Sourlas.

I sindacati ferroviari affermano che la rete è stata mal mantenuta nonostante gli aggiornamenti per fornire treni più veloci negli ultimi anni.

Piani elettorali ritardati?

Era ampiamente previsto che venerdì il governo di centrodestra greco indisse le elezioni nazionali per l’inizio di aprile, ma l’annuncio e la probabile data potrebbero essere ritardati.

Il treno passeggeri coinvolto nell’incidente stava viaggiando lungo la tratta più trafficata della Grecia, da Atene a Salonicco. Il treno merci procedeva nella direzione opposta, sullo stesso binario.

Due delle vittime sono state identificate venerdì come studenti ciprioti Anastasia Adamidou e Kyprianos Papaioannou. Il presidente di Cipro Nikos Christodoulides ha dichiarato che lo stato coprirà il costo del rimpatrio e dei funerali.

Il vicino primo ministro albanese Edi Rama ha annunciato che domenica le bandiere sugli edifici pubblici saranno abbassate a metà bastone in segno di rispetto per le vittime in Grecia.

Ultime Notizie

Back to top button