Minacce costringono all’annullamento della raccolta fondi di Kristi Noem in Colorado

I funzionari locali del Partito repubblicano del Colorado hanno annullato una raccolta fondi programmata per il governatore del Sud Dakota Kristi Noem in mezzo a una tempesta di presunte minacce di morte. L’evento, previsto presso l’hotel West Marriott a Denver, è stato annullato a causa di preoccupazioni sulla sicurezza, con minacce rivolte non solo agli organizzatori ma anche alla sede e allo stesso governatore.

Nancy Lappozi, presidente del Partito repubblicano della contea di Jefferson, ha sottolineato la gravità delle minacce, indicando che non potevano rischiare potenziali danni ai partecipanti, agli ospiti dell’hotel o al personale. Ha sottolineato i commenti allarmanti di quelli che ha definito “estremisti politici” e una protesta pianificata guidata dall’organizzazione Progress Now, che secondo lei è finanziata da George Soros.

La cancellazione arriva sulla scia della controversia che circonda alcuni estratti del prossimo libro di Noem, “No Going Back: The Truth on What’s Wrong with Politics and How We Move America Forward”. Il libro, che sarà presto pubblicato, ha già suscitato feroci critiche sia da parte dei circoli repubblicani che di quelli democratici.

Un passaggio controverso racconta l’affermazione di Noem di aver sparato a un cane di famiglia che riteneva pericoloso, mentre un altro suggerisce un presunto incontro con il leader nordcoreano Kim Jong Un durante la sua permanenza nel Comitato per le forze armate della Camera, un’affermazione contestata da altri. Inoltre, Noem sostiene una minaccia da parte di Nikki Haley, sebbene lo staff di Haley confuti l’affermazione, citando una discrepanza nella sequenza temporale.

Alla luce di queste controversie e delle crescenti minacce, la cancellazione sottolinea il panorama sempre più difficile della politica americana. Mentre la nazione è alle prese con divisioni profonde, eventi come questi servono a ricordare in modo toccante le sfide che devono affrontare i personaggi pubblici e il discorso politico più ampio. Come ha giustamente riassunto Lappozi: “Non potevamo correre il rischio che coloro che lanciavano minacce causassero danni fisici”. Semplicemente non vale la pena rischiare quando hai l’attenzione degli individui più volatili.

Ultime Notizie

Back to top button