Minatori di carbone statunitensi dissotterrano una zanna di mammut sepolta per migliaia di anni

BISMARCK, ND—

La prima persona a notarlo è stato un operatore di una pala che lavorava nel turno di notte, osservando un luccichio bianco mentre raccoglieva un gigantesco cumulo di terra e lo gettava in un autocarro con cassone ribaltabile.

Più tardi, dopo che l’autista del camion ha scaricato il carico, un conducente del bulldozer era pronto ad appiattire la terra ma si è fermato per dare un’occhiata più da vicino quando anche lui ha notato quel pezzetto di bianco.

Solo allora i minatori si resero conto di aver portato alla luce qualcosa di speciale: una zanna di mammut lunga 2 metri che era rimasta sepolta per migliaia di anni.

“Siamo stati molto fortunati, fortunati a trovare quello che abbiamo trovato”, ha detto David Straley, un dirigente della North American Coal, proprietaria della miniera.

I minatori hanno dissotterrato la zanna da un vecchio letto di ruscello, profondo circa 12,1 metri, nella Freedom Mine vicino a Beulah, nel North Dakota. La miniera di superficie di 18.210 ettari produce fino a 14,5 milioni di tonnellate di carbone di lignite all’anno.

Dopo aver individuato la zanna, gli equipaggi hanno smesso di scavare nella zona e hanno chiamato gli esperti, che hanno stimato che avesse tra i 10.000 e i 100.000 anni.

Jeff Person, un paleontologo del North Dakota Geological Survey, è stato tra coloro che hanno risposto. Ha espresso sorpresa per il fatto che la zanna di mammut non abbia subito ulteriori danni, considerando l’enorme attrezzatura utilizzata nel sito.

“È miracoloso che ne sia uscito praticamente illeso”, ha detto Person.

Uno scavo successivo nel sito del ritrovamento trovò altre ossa. Person lo ha descritto come un “rivolo di reperti”, per un totale di più di 20 ossa, tra cui una scapola, costole, un dente e parti di fianchi, ma è probabile che sia il mammut più completo trovato nel Nord Dakota, dove è molto più comune per scavare un osso, un dente o un pezzo di zanna di mammut isolato.

FILE – Il paleontologo del North Dakota Geological Survey Jeff Person siede dietro una zanna di mammut di 2 metri il 19 dicembre 2023, presso l’ufficio del Geological Survey a Bismarck, ND

“Non sono molte ossa rispetto a quante ce ne sono nello scheletro, ma è sufficiente sapere che tutto questo è associato, ed è molto più di quanto abbiamo mai trovato di un animale messo insieme, quindi questo ci ha davvero dato un po’ di significato”, ha detto Person.

Un tempo i mammut vagavano in parti dell’Africa, dell’Asia, dell’Europa e del Nord America. Esemplari sono stati trovati in tutti gli Stati Uniti e in Canada, ha affermato Paul Ullmann, paleontologo dei vertebrati dell’Università del North Dakota.

La scoperta della miniera è piuttosto rara nel Nord Dakota e nella regione, poiché molti resti di animali vivi durante l’ultima era glaciale furono distrutti dalle glaciazioni e dai movimenti delle calotte glaciali, ha detto Ullmann.

Altre aree hanno restituito resti di mammut, come letti di ossa di scheletri in Texas e Sud Dakota. Sono state trovate addirittura carcasse congelate nel permafrost del Canada e della Siberia, ha detto.

Secondo il Geological Survey, i mammut si estinsero circa 10.000 anni fa in quello che oggi è il Nord Dakota. Erano più grandi degli elefanti attuali ed erano ricoperti di lana spessa. Le pitture rupestri risalenti a 13.000 anni fa raffigurano mammut.

Ullmann definisce i mammut “superstar dei media quasi quanto i dinosauri”, citando la serie di film L’era glaciale.

Questa zanna d’avorio, del peso di oltre 22,6 chilogrammi, è considerata fragile. È stato avvolto nella plastica mentre i paleontologi cercano di controllare la velocità con cui si disidrata. Troppo velocemente e l’osso potrebbe rompersi ed essere distrutto, ha detto Person.

Anche altre ossa sono state avvolte nella plastica e riposte nei cassetti. Le ossa rimarranno nella plastica per almeno diversi mesi finché gli scienziati non riusciranno a capire come far uscire l’acqua in modo sicuro. I paleontologi identificheranno le specie di mammut più tardi, ha detto Person.

La compagnia mineraria intende donare le ossa allo Stato per scopi educativi.

“Il nostro obiettivo è darlo ai bambini”, ha detto Straley.

Il Nord Dakota ha un paesaggio ricco di ossa e fossili, compresi i dinosauri. Forse il fossile più noto dello stato è quello di Dakota, un dinosauro mummificato dal becco d’anatra con pelle fossilizzata, ha detto Ullmann.

La ricca documentazione fossile dello stato è in gran parte dovuta agli “ambienti a bassa quota, rigogliosi ed ecologicamente produttivi del passato”, ha affermato Ullmann.

La posizione del North Dakota, adiacente alle Montagne Rocciose, lo pone sul percorso dell’erosione dei sedimenti e dei fiumi, che hanno seppellito resti di animali per 80 milioni di anni o più, ha detto.

“È stato uno scenario perfetto per avere ambienti davvero produttivi con molta vita, ma avevamo anche lo scenario perfetto, geologicamente, per seppellire i resti”, ha detto Ullmann.

Ultime Notizie

Back to top button