Molti master non valgono l’investimento, dimostra la ricerca

Secondo una nuova ricerca della Foundation for Research on Equal Opportunity, un’organizzazione di ricerca economica, quasi la metà dei master hanno un rendimento finanziario negativo.

Lo studio indica che molti corsi di laurea non aumentano i guadagni nel corso della vita abbastanza da valerne la pena.

Secondo lo studio di Preston Cooper, membro senior della FREOPP, mentre il 23% dei corsi di laurea triennale produce un ritorno finanziario negativo sull’investimento, il 43% dei corsi di laurea biennali e magistrali non riesce a fornire un rendimento.

Cooper ha valutato il ritorno sull’investimento per 53.000 programmi di laurea e certificazione per determinare se i guadagni nell’arco della vita di uno studente superano i costi del programma e il rischio di non completare la laurea.

Le sue scoperte mostrano che il campo di studio di uno studente era l’indicatore principale del ritorno sull’investimento a livello universitario e post-laurea.

FILE – Gli studenti passano davanti alla “Grande Cupola” in cima all’Edificio 10 nel campus del Massachusetts Institute of Technology, il 3 aprile 2017, a Cambridge, Massachusetts.

Le lauree in ingegneria, informatica e infermieristica hanno elevati rendimenti finanziari sull’investimento, mentre i programmi in istruzione, belle arti, psicologia e inglese di solito hanno rendimenti bassi.

Le lauree in medicina e giurisprudenza tendono ad avere forti vantaggi. Ma secondo Cooper, gran parte dei programmi di master, compreso l’MBA, hanno spesso bassi profitti.

Sebbene i lavoratori con un master guadagnino il 16% in più rispetto a quelli con solo una laurea, Cooper afferma che la cifra non tiene conto degli studenti che avevano “un potenziale di guadagno preesistente più elevato”.

“Gli studenti MBA hanno in genere un elevato potenziale di guadagno preesistente, avendo spesso scelto specializzazioni universitarie ad alto ROI come finanza ed economia”, scrive Cooper. “Quindi l’MBA aggiunge poco valore a tutto ciò.”

Lo studio indica che gli alti stipendi iniziali sono predittori di elevati ritorni sugli investimenti. Le lauree con uno stipendio iniziale di $ 57.000 all’anno o più offrono i migliori rendimenti nel corso della vita.

Ma il ritorno sull’investimento di una laurea può variare a seconda dell’istituto scolastico.

“Gli studenti interessati a campi con una retribuzione media bassa possono ancora trovare alcune scuole che riescono a trasformare quei campi di studio in carriere ben retribuite”, scrive Cooper.

Il nome della University of Southern California è esposto all’ingresso del campus di Los Angeles, il 16 aprile 2024.

Anche la qualità di un istituto conta, ha affermato William Tierney, professore emerito di istruzione superiore presso l’Università della California del Sud.

“Un MBA di Harvard è un probabile biglietto per un buon lavoro”, ha detto Tierney a ColorNews. “Un MBA presso l’Università di Phoenix, meno.”

Ma gli studenti perseguono programmi di laurea per ragioni che vanno oltre le semplici ragioni finanziarie.

“Alcuni diplomi aprono carriere in campi di cui gli studenti possono godere, come nelle arti dello spettacolo”, ha detto a ColorNews Robert Kelchen, capo della leadership educativa presso l’Università del Tennessee, Knoxville.

“Altri possono aiutare ad accedere ai social network o semplicemente aiutare gli studenti a conoscere un argomento di interesse”, ha aggiunto Kelchen.

Cooper ha detto alla ColorNews che potrebbe avere senso per gli studenti dei corsi di laurea con bassi ritorni sull’investimento cambiare specializzazione se riescono ancora a laurearsi in tempo.

Ha scoperto che l’esito peggiore per il ritorno sull’investimento di uno studente è l’abbandono del college “perché devono pagare uno o più anni di retta e trascorrere del tempo fuori dalla forza lavoro”.

I legislatori che finanziano l’istruzione superiore hanno la responsabilità di garantire che “l’istruzione superiore mantenga la sua promessa di mobilità economica”, ha affermato Cooper.

FILE – Un murale stampato a tema di laurea è visto nel campus della Howard University, il 6 luglio 2021, a Washington.

Secondo lo studio, quasi un terzo dei finanziamenti federali, comprese le borse di studio Pell e i prestiti studenteschi, serve a finanziare programmi di istruzione superiore che non riescono a fornire agli studenti un ritorno sull’investimento.

Il punto di vista di Cooper è che “alcune scuole dovrebbero chiudere i programmi a basso ROI e riallocare le risorse istituzionali verso programmi con un rendimento migliore”.

“C’è sicuramente questa narrativa là fuori secondo cui vale sempre la pena l’istruzione superiore e dovresti sempre cercare di ottenere quel titolo in più perché aumenterà i tuoi guadagni”, ha detto a ColorNews. “Ciò è rafforzato dalle università che fanno grandi promesse riguardo ai risultati dei loro corsi di laurea, che troppo spesso non sono all’altezza.”

Ultime Notizie

Back to top button