Mosca attende la risposta degli Stati Uniti alla proposta di scambio di prigionieri

Circa una settimana prima che il giornalista americano Evan Gershkovich venga processato in Russia con l’accusa di spionaggio che nega, la Russia ha detto mercoledì di aver presentato le sue idee per uno scambio di prigionieri agli Stati Uniti e di essere in attesa di una risposta.

“La palla è nel campo degli Stati Uniti. Aspettiamo che rispondano alle idee che sono state loro presentate”, ha dichiarato in un’intervista all’agenzia di stampa russa TASS il vice ministro degli Esteri Sergei Ryabkov.

FILE – Il vice ministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov partecipa a un incontro con il presidente russo Vladimir Putin nella residenza di stato di Novo-Ogaryovo fuori Mosca, a Mosca, il 16 ottobre 2023.

“Sono ben noti alle parti interessate dell’amministrazione americana. Capisco che, forse, qualcosa in queste idee non va bene agli americani. Questo è il loro problema”, ha aggiunto Ryabkov.

“Consideriamo i nostri approcci pienamente giustificati, sensati, equilibrati. Ci aspettiamo che questo sia il modo in cui li vedranno”, ha detto.

Gershkovich, corrispondente russo per il Wall Street Journal, è in prigione dal marzo 2023 con accuse di spionaggio che lui, il suo datore di lavoro e il governo degli Stati Uniti negano con veemenza. Anche il Dipartimento di Stato americano ha dichiarato il 32enne detenuto ingiustamente.

Il processo a porte chiuse di Gershkovich inizierà il 26 giugno nella città di Ekaterinburg, negli Urali, dove è stato arrestato più di un anno fa. Gli esperti di libertà di stampa hanno affermato che il processo sarà quasi certamente una farsa.

Ekaterinburg si trova a circa 1.400 chilometri a est di Mosca.

Se condannato, Gershkovich rischia fino a 20 anni dietro le sbarre. Le autorità russe, tuttavia, hanno affermato che sarà necessario un processo prima che possa aver luogo uno scambio di prigionieri.

Il presidente russo Vladimir Putin ha precedentemente indicato che Mosca sarebbe disposta a scambiare Gershkovich con un uomo russo attualmente detenuto in Germania per aver ucciso un dissidente ceceno.

Gershkovich è uno dei due giornalisti americani attualmente incarcerati in Russia.

Alsu Kurmasheva, una cittadina con doppia cittadinanza statunitense-russa che lavora presso Radio Free Europe/Radio Liberty, canale gemello di ColorNews a Praga, è in prigione dall’ottobre 2023 con l’accusa di non essersi auto-registrata come “agente straniero” e di aver diffuso ciò che Mosca considera come false informazioni sull’esercito russo.

Kurmasheva e il suo datore di lavoro respingono le accuse contro di lei, che prevedono una pena combinata fino a 15 anni di carcere. Anche il governo americano ha chiesto il suo rilascio immediato.

Alcune informazioni contenute in questo rapporto provengono dall’Agence France-Presse.

Ultime Notizie

Back to top button