Cultura

Multato il sindaco Adams per infestazione da topi nell’edificio di sua proprietà a Brooklyn

Martedì, il sindaco Eric Adams si è ritrovato in un’udienza virtuale in tribunale, contestando una citazione molto ironica che ha ricevuto a seguito dell’infestazione di topi in una proprietà di sua proprietà a Brooklyn. La convocazione è ironica perché il sindaco Adams ha intrapreso una guerra contro i topi a New York City, arrivando a firmare una legislazione per combattere il flagello che sta disgustando residenti e visitatori della città.

Il signor Adams ha chiamato un tribunale amministrativo della città per contestare la decisione di un ispettore sanitario della città di multarlo di $ 300 per aver permesso ai roditori di invadere una proprietà che possiede a Brooklyn.

Ha iniziato dicendo all’ufficiale uditore – tecnicamente un dipendente della città e quindi del sindaco Adams – che era una specie di esperto di lotta ai topi, fornendo una breve descrizione dei suoi sforzi come sindaco per combattere l’orda di topi.

E come padrone di casa, ha affermato di aver speso quasi $ 7.000 a marzo combattendo i topi nella proprietà, in Lafayette Avenue a Bedford-Stuyvesant, promettendo di inviare una fattura via e-mail per dimostrarlo. Ha detto di aver persino dispiegato la famigerata “trappola per topi” che una volta ha presentato come presidente del distretto di Brooklyn, una macabra dimostrazione che prevedeva l’estrazione di topi annegati da una vasca.

Infine, da cittadino, ha notato come le leggi cittadine fossero “progettate per penalizzare i proprietari di case per non aver preso provvedimenti per prevenire e controllare i roditori”. Ma come ha affermato, “ho fatto quei passi e continuerò a farlo”.

L’auditore ha detto che avrebbe preso in considerazione le prove ed emesso un verdetto entro 30 giorni.

Ultime Notizie

Back to top button