Ultime notizie

Muore a 103 la prima fotografa freelance donna d’Italia

(COLORnews) – ROMA, 11 GEN – La prima fotografa freelance donna in Italia, Marcella Pedone, è morta mercoledì a 103 anni. Lo ha reso noto la sua famiglia.

Nata a Roma nel 1919, ha compiuto 103 anni lo scorso 27 aprile.

Dopo la laurea in lingue a Venezia, Pedone ha iniziato la sua carriera in Germania come reporter e poi lavorando per produttori di attrezzature fotografiche e tenendo conferenze sull’Italia nelle università popolari tedesche dove ha esposto le sue foto di un’Italia sconosciuta e in rapida trasformazione.

Grazie al successo di queste lezioni, è stata assunta dall’agenzia fotografica Bavaria.

Ha collaborato con la società di riprese Ferrania che l’ha assunta per promuovere film a colori, foto e cortometraggi, che ha provato personalmente, girando documentari.

Ha girato l’Italia per anni in roulotte, attraversando montagne, villaggi di pescatori, miniere, fabbriche e cantieri dove le sue foto hanno documentato la trasformazione dell’Italia da economia agricola a industriale.

Il suo lavoro è continuato dopo il fallimento di Ferrania, quando si è ritagliata un posto nel settore dell’editoria didattica e divulgativa, costruendo una formidabile banca di immagini dalla quale ha potuto scegliere i soggetti migliori per vari prodotti editoriali per case come Aristea, Loescher e De Agostini. .

Nel 2017 ha donato al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano il suo tesoro di 170.000 foto scattate in oltre 50 anni di attività, insieme alle macchine fotografiche che aveva utilizzato.

Questa preziosa collezione è diventata oggetto di studio di molti studenti universitari.

Nel 2021 è stata protagonista della prima mostra monografica dedicata al mondo reale e leggendario delle Dolomiti.

“Marcella Pedone ha anticipato di decenni, con la sua vita personale e professionale, principi che si sono consolidati nella nostra società e che costituiscono una feconda visione per il futuro”, ha dichiarato il direttore generale del Museo, Fiorenzo Galli.

“Libertà, autonomia, competenza e passione sono tutti valori che emergono dalla sua ultima mostra temporanea Dolomiti Trasfigurate, allestita al Museo: uno straordinario dono culturale”. (COLORnews).

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button