Nasoni: le fontanelle gratuite di Roma

Le fontane nasoni di Roma forniscono acqua fresca potabile gratuita.

Roma è benedetta da più di 2.500 fontanelle, note come nasoni, che forniscono acqua fresca gratuita a residenti e visitatori tutto l’anno.

Perché le fontanelle di Roma si chiamano nasoni?

Le fontane iconiche prendono il loro nome nasoni (“naso grosso”) dal beccuccio di metallo ricurvo che versa acqua fresca fresca tutto il giorno.

Qual è la storia delle fontane nasoni di Roma?

I nasoni, noti anche come fontanelle, furono introdotti per la prima volta all’inizio degli anni ’70 dell’Ottocento quando la nuova capitale iniziò a fornire acqua gratuita ai suoi cittadini.

Al culmine della loro popolarità c’erano circa 5.000 nasoni a Roma, ma questo numero si è ridotto a circa tra 2.500 e 2.800.

Perché le fontane dei nasoni girano sempre?

Oltre al loro vantaggio di offrire acqua fresca e gratuita, i nasoni che scorrono costantemente impediscono all’acqua di ristagnare nei tubi.

I cani possono bere dai nasoni?

Le tanto amate fontanelle di Roma hanno alla base una vaschetta, pensata appositamente per i cani. Questo è un vero toccasana per i cani soprattutto nei caldi mesi estivi.

È sicuro bere dai nasoni di Roma?

SÌ. Oltre ad essere gratuita, l’acqua dei nasoni è la stessa acqua potabile che scorre nelle case romane, cioè assolutamente potabile.

Le fontane sono mai spente??

No, a parte una grave siccità nel 2017, quando molti dei nasoni della città sono stati spenti o ridotti a un rivolo per preservare l’approvvigionamento idrico, ma questo è avvenuto in circostanze eccezionali. Normalmente le fontane funzionano sempre, notte e giorno, tutto l’anno.

Dove sono le fontanelle situate a Roma?

Ecco una mappa per aiutarti a trovare le fontanelle nel centro di Roma. C’è anche un’app che mostra dove trovare i nasoni più vicini.

Ultime Notizie

Back to top button