Nave migranti affonda vicino alla costa turca; 7 morti; 19 sopravvissuti salvati

Martedì, un gommone di salvataggio con a bordo migranti si è scontrato contro degli scogli al largo della costa turca dell'Egeo, vicino a Cesme, provocando la morte di sette persone, hanno affermato le autorità turche.

Secondo il ministro degli Interni Ali Yerlikaya, la guardia costiera turca ha risposto a una chiamata di soccorso urgente da un peschereccio nella zona alle 10:47 ora locale. L'operazione di salvataggio ha salvato 19 persone. Una persona risulta ancora dispersa.

I sopravvissuti hanno raccontato che le autorità greche li hanno lasciati alla deriva vicino alle acque territoriali turche prima che la zattera colpisse le rocce e affondasse.

Questa accusa fa parte dell'attuale affermazione della Turchia secondo cui la Grecia conduce “respingimenti”, in cui i migranti vengono deportati senza sottoporsi alle procedure di asilo come richiesto dal diritto internazionale. La Grecia nega di aver riportato i migranti appena arrivati ​​in Turchia. I due paesi si sono accusati a vicenda di maltrattare i migranti.

I migranti provenienti da Africa, Asia e Medio Oriente vedono la Grecia come una porta d'accesso all'Europa e una vita migliore nei paesi dell'Unione Europea.

L'incidente evidenzia i rischi che i migranti affrontano nel loro tentativo di raggiungere l'UE, spesso ricorrendo a viaggi pericolosi a bordo di imbarcazioni fornite dai trafficanti. Questi viaggi sottolineano le sfide umanitarie che circondano le rotte migratorie nel Mediterraneo.

Le autorità turche hanno inviato un elicottero, quattro navi della guardia costiera e una squadra di sommozzatori per cercare la persona scomparsa.

Alcune informazioni per questo rapporto provengono da Associated Press e Reuters.

Ultime Notizie

Back to top button