Nella foto: madre e figlia disabile trovate morte nella loro casa dove i loro corpi giacevano nascosti per “mesi”

Una madre e la figlia disabile che sono state trovate morte nella loro casa dopo che i loro corpi erano rimasti nascosti per “mesi” sono state fotografate per la prima volta.

Alphonsine Djiako Leuga, sulla quarantina, e sua figlia adolescente, sono state trovate dalla polizia martedì dopo che “erano state sollevate preoccupazioni” sul loro benessere.

I residenti hanno detto di non aver visto la coppia “da mesi”.

Una vicina ha riferito di aver sentito quelli che all’epoca pensava fossero grida di animali provenienti dalle vicinanze della proprietà alcuni mesi fa.

Si ritiene che la madre sia rimasta morta accanto alla figlia disabile per “mesi” prima che i loro corpi fossero scoperti nella loro casa, fuggita da una relazione violenta in Italia prima di stabilirsi nel Regno Unito, hanno detto i vicini.

Alphonsine Djiako Leuga, sulla quarantina, e la figlia adolescente sono state ritrovate dalla polizia martedì dopo che erano state sollevate “preoccupazioni” sul loro benessere

I residenti hanno detto di non aver visto la coppia “da mesi” e hanno detto che pensavano che la donna più giovane potesse avere la sindrome di Down

La madre, ritenuta morta accanto alla figlia disabile per “mesi” prima che i loro corpi venissero scoperti nella loro casa, era fuggita da una relazione violenta in Italia prima di stabilirsi nel Regno Unito.

La madre è stata accolta da un Buon Samaritano che la trovò in una strada del centro cittadino con le sue due figlie circa sette anni fa.

Tatiane Nulah ha raccontato di come ha ospitato i tre dopo averli trovati seduti sul marciapiede con i bagagli fuori dal centro commerciale Victoria Centre di Nottingham.

La signora Nulah, 42 anni, ha riconosciuto la famiglia poiché un’amica della sua chiesa aveva precedentemente accolto Alphonsine quando si era recata a Nottingham per vedere se doveva fuggire lì con i suoi figli.

La signora Nulah ha detto che Alphonsine, che come lei era originaria del Camerun, “non conosceva nessuno e non aveva nessun posto dove andare” e ha ricordato che aveva due figlie, la più giovane delle quali, allora di nove o dieci anni, era disabile e non poteva parlare .

La signora Nulah, 42 anni, ha detto che la famiglia è rimasta con lei nel sobborgo di Bulwell solo per circa due settimane prima che improvvisamente “scomparissero”.

I tributi furono lasciati fuori casa dopo il ritrovamento dei loro corpi

I tributi furono lasciati fuori casa dopo il ritrovamento dei loro corpi

Qualcuno che conosceva la donna ha detto al Mail che ha anche fatto visita ad Alphonsine nella casa popolare di Radford, Nottingham, dove i due corpi sono stati ritrovati martedì, dopo l’ingresso forzato della polizia quando “sono state sollevate preoccupazioni” sul benessere della coppia.

La polizia del Nottinghamshire ha detto che i corpi sono rimasti “non scoperti per un bel po’ di tempo” ma non crede che le morti fossero sospette

Qualcuno che conosceva la donna ha detto al Mail che ha anche fatto visita ad Alphonsine nella casa popolare di Radford, Nottingham, dove i due corpi sono stati ritrovati martedì, dopo l’ingresso forzato della polizia quando “sono state sollevate preoccupazioni” sul benessere della coppia.

La polizia del Nottinghamshire ha detto che i corpi sono rimasti “non scoperti per un bel po’ di tempo”, ma non crede che le morti fossero sospette.

L’amica “scioccata” ha detto: “Penso che stesse lottando con il costo della vita. L’ultima volta mi ha mandato un messaggio chiedendomi 100 sterline. A volte potevo aiutarla e trasferire denaro, ma a volte non potevo.’

Ha detto che quando ha visto l’ultima volta la famiglia nella proprietà nel 2022, Alphonsine viveva lì con entrambe le sue figlie.

Ma la fonte ha detto che prendersi cura della figlia minore disabile era un “peso” per Alphonsine, perché “significava che non poteva lavorare”.

Ha aggiunto: “So che ha lottato (per soldi)”.

Ha raccontato di come suo marito abbia trovato la madre e le figlie bloccate fuori dalla stazione ferroviaria di Nottingham mentre si dirigeva verso un turno di notte.

“Gli hanno detto che la persona che avrebbe dovuto ritirarli non si era presentata”, ha raccontato la donna.

«Alphonsine mi ha detto che suo marito era violento e qualcuno che conoscevano in Francia le aveva suggerito che Nottingham sarebbe stato un posto sicuro dove lei sarebbe fuggita con i bambini. Alphonsine ha detto che se fosse andata in Francia, sarebbe stata troppo vicina all’Italia e il marito avrebbe potuto trovarli.

«Era venuta a Nottingham con le ragazze per vedere se era sicuro per loro. Avevano circa tre o quattro anni di differenza. Tornarono tutti in Italia prima di tornare a Nottingham con le loro cose, e fu allora che Tatiane li trovò fuori dal centro commerciale, del tutto per caso.’

L’ispettore capo Ruby Burrow ha dichiarato: “Questo è un caso tragico e stiamo attualmente lavorando per capire esattamente come e quando queste persone sono morte”

Un portavoce del consiglio comunale di Nottingham ha dichiarato: “Siamo profondamente rattristati nel sentire la notizia e i nostri pensieri sono con gli amici, la famiglia e i vicini dei due residenti in questo momento”.

La fonte ha detto che dopo aver lasciato la casa di Tatiane, Alphonsine e le sue figlie hanno affittato una proprietà fatiscente, “ma hanno dovuto andarsene perché perdeva acqua”.

Sono stati ospitati dal comune in un hotel economico, prima che, nel 2019, l’autorità trovasse loro la proprietà a Radford dove sono stati scoperti i corpi.

Deborah Williams, 48 ​​anni, una vicina di Radford, ha detto che i servizi sociali hanno visitato la sua casa in diverse occasioni negli ultimi mesi perché non sono riusciti a contattare Alphonsine, originario della città costiera di Doula in Camerun.

La signora Williams ha aggiunto: ‘Gli assistenti sociali mi chiederebbero se li avessi visti di recente. Ma li notavo davvero solo quando uscivano di casa per andare a fare la spesa.

«Non ho mai sentito la ragazza parlare. Non so quanto fosse grave la sua disabilità, ma penso che non parlasse.

‘È molto triste. Penso che i servizi sociali abbiano finalmente dato il via all’irruzione della polizia.’

La signora Williams crede di aver visto la coppia l’ultima volta in febbraio, ma ci ha pensato poco, perché spesso se ne andavano per “mesi di seguito”.

Due mazzi di fiori sono legati alla ringhiera fuori dalla casa di Alphonsine. Un messaggio su uno degli omaggi floreali recita: “È così triste e straziante sentire cosa è successo in questa casa. Due bellissime vite sono andate perdute.

«Una madre e una figlia. RIP.’

L’ispettore capo Ruby Burrow ha dichiarato: “Questo è un caso tragico e stiamo attualmente lavorando per capire esattamente come e quando queste persone sono morte.

“Ci siamo avvalsi dell’aiuto di un patologo forense e saremo in una posizione migliore per determinare cosa è successo una volta che avranno concluso il loro rapporto.”

Un portavoce del consiglio comunale di Nottingham ha detto: ‘Siamo profondamente rattristati nel sentire la notizia e i nostri pensieri sono con gli amici, la famiglia e i vicini dei due residenti in questo momento. Attualmente stiamo collaborando strettamente con la polizia per comprendere le circostanze attorno a questo tragico incidente.’

Ultime Notizie

Back to top button