Nessun aiuto concreto dalla giustizia, dice il ministro degli Esteri papà Salis – Politica

Il padre di Ilaria Salis, l’antifascista italiana sotto processo per aver aggredito i neonazisti che ha ottenuto gli arresti domiciliari dopo 15 mesi di controversa detenzione a Budapest, ha detto di non aver ricevuto alcun aiuto concreto dalla giustizia italiana o dai ministeri degli Esteri per garantire il rilascio di sua figlia dal carcere. Mercoledì.


“Non ho sassolini nelle scarpe, ma la grossa ghiaia, quella usata per il cemento, ho i piedi insanguinati”, ha detto Roberto Salis ai canali Gedi.


“Finora la mia critica è rimasta chiusa nei cassetti. I cittadini italiani sono stufi di dover chiedere alle istituzioni di agire, le istituzioni sono al servizio dei cittadini.


“Paghiamo i ministri della Giustizia e degli Esteri perché lavorino per noi, ma non abbiamo visto alcuna attività concreta da parte di questi due ministeri per risolvere il problema di Ilaria”.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button