Ultime notizie

Nessuna alternativa allo spostamento di cervi di pronto soccorso nella zona della macelleria dice park

(COLORnews) – ROMA, 2 SET – Non c’era alternativa alla recente decisione di spostare centinaia di cervi dell’Emilia-Romagna dalla natura in zone dove potrebbero finire macellati, e non solo cacciati per sport, ha detto il Parco del Delta del Po Venerdì.

Il Parco ha affermato che i cervi nella pineta di Classe vicino a Ravenna e nel parco del Po di Volano vicino a Ferrara hanno “alterato radicalmente l’ecosistema” e il numero dei lupi, il loro predatore naturale, non è sufficiente a mantenerli a livelli gestibili che non t danneggiare l’ambiente.

I gruppi ambientalisti hanno protestato contro la decisione, dicendo che gli animali dovrebbero essere spostati in altre aree del parco o addirittura in natura.

Ma l’ufficialità afferma che il 90% della popolazione “abusante” di daini in Emilia Romagna si trova all’interno dei confini del parco e spostarli in aree selvagge o di caccia cercando di rispettare il criterio dei 30 animali per zona non risolverebbe il problema.

Quindi i cervi devono essere spostati in aree dove potrebbero finire nel blocco del macellaio, hanno detto i funzionari del parco.

“L’Agenzia del Parco non ha avuto alternativa alla scelta di spostare gli animali catturati in questo modo”, hanno detto. (COLORnews).

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button