New York impone pause retribuite di 30 minuti per le lavoratrici che allattano

Alle dipendenti donne di New York verranno concessi 30 minuti di pausa retribuita per allattare i propri bambini sul posto di lavoro in base a una nuova legislazione statale che entrerà in vigore mercoledì.

Secondo la legge, le lavoratrici possono fare pause per l’allattamento fino a tre anni dopo il parto, se necessario. Tutti i dipendenti, pubblici e privati, ne sono coperti.

I beneficiari devono notificare per iscritto ai loro datori di lavoro la loro intenzione di fare delle pause per l’allattamento al seno, preferibilmente al ritorno dal congedo parentale. Ai datori di lavoro non è consentito che i dipendenti restino in ritardo perché hanno estratto il latte poiché le pause sono viste come separate dai pasti e dai tempi di pausa.

“In qualità di prima mamma governatrice di New York, lotto ogni giorno per offrire ai genitori che lavorano le tutele di cui hanno bisogno per mantenere le loro famiglie forti e in salute”, ha dichiarato in una nota il governatore di New York Kathy Hochul.

“Fornendo pause retribuite per la spremitura del latte materno, non solo supportiamo i genitori e i loro bambini, ma rafforziamo anche l’importanza di politiche sul posto di lavoro favorevoli alla famiglia”, ha affermato il commissario statale per il lavoro Roberta Reardon.

Fino al passato più recente, il diritto di allattare i propri figli veniva concesso dalle aziende ai propri dipendenti solo a titolo gratuito

A New York i luoghi di lavoro sono già tenuti a fornire strutture designate per l’allattamento al seno, che dovrebbero essere stanze private con tavolo e sedia. I servizi igienici non contano per soddisfare tali criteri.

Ultime Notizie

Back to top button