Cultura

Nike rompe i legami con Kyrie Irving dopo la polemica antisemita

Nike ha annunciato la fine della sua partnership con la star dell’NBA Kyrie Irving dopo che le polemiche hanno travolto il giocatore per aver postato un link a un film antisemita. “Kyrie Irving non è più un atleta Nike”, ha annunciato un portavoce dell’azienda.

Il suo rifiuto iniziale di scusarsi o condannare i contenuti del film gli è valso la sospensione dai Nets e dalla Nike. L’azienda di abbigliamento ha anche annullato il lancio della prossima scarpa firmata Irving, la Kyrie 8, da una delle sue linee di sneaker più popolari.

“In Nike, crediamo che non ci sia posto per l’incitamento all’odio e condanniamo qualsiasi forma di antisemitismo”, ha affermato una dichiarazione di Nike quando il marchio ha interrotto la sua relazione con Irving il mese scorso. “A tal fine, abbiamo preso la decisione di sospendere il nostro rapporto con Kyrie Irving con effetto immediato e non lanceremo più Kyrie 8. Siamo profondamente rattristati e delusi dalla situazione e dal suo impatto su tutti”.

Giorni dopo, parlando della decisione dell’azienda di interrompere la sua relazione con Irving, il co-fondatore di Nike Phil Knight ha dichiarato alla CNBC: “Kyrie ha oltrepassato il limite. È così semplice, quindi ha fatto alcune affermazioni che non possiamo sopportare ed è per questo che abbiamo posto fine alla relazione.

Irving ha rappresentato Nike dal momento in cui è entrato nella NBA come scelta numero 1 nel draft nel 2011. La sua prima scarpa firmata è stata lanciata nel 2014 e, secondo quanto riferito, ha guadagnato un minimo di $ 11 milioni all’anno da Nike.

Ultime Notizie

Back to top button