Nuovi dettagli rilasciati sul casinò di Coney Island da 3 miliardi di dollari

Gli sviluppatori hanno rilasciato nuovi dettagli sul progetto da 3 miliardi di dollari per trasformare Coney Island in una vivace destinazione con casinò, completa di hotel, centro congressi e strutture per l’intrattenimento. Soprannominata “The Coney”, la proposta comprende un hotel da 500 camere, una sala concerti da 2.500 posti, oltre una dozzina di ristoranti e più di un acro di spazio pubblico sull’iconico lungomare di Brooklyn.

“Il Coney rappresenta un catalizzatore economico per tutto l’anno che aumenterebbe le imprese locali e creerebbe migliaia di posti di lavoro”, ha affermato Sam Gerrity, CEO di Saratoga Casino Holdings. “Sei proprio lì sulla spiaggia ed è proprio questo bellissimo paesaggio, il Boardwalk. Ha così tanta storia e sfrutteremo il suo carattere unico già esistente e intesseremo il nostro progetto nel distretto”.

Tuttavia, il progetto deve affrontare una forte concorrenza. È una delle circa dieci offerte in lizza per una delle tre licenze di gioco disponibili a New York City, con contendenti sparsi tra Midtown Manhattan, Queens e Bronx. Ciascun aspirante deve convincere sia la comunità che il New York Gaming Facility Location Board dei meriti del proprio piano.

I critici e i residenti locali rimangono scettici sull’introduzione di un casinò nella zona. Sono state sollevate preoccupazioni circa le potenziali implicazioni sociali e gli effettivi benefici a lungo termine per la comunità. Un rapporto pubblicato lo scorso anno dal presidente del distretto ha evidenziato una diffusa opposizione locale.

Nonostante ciò, gli sviluppatori hanno intrapreso una forte campagna per conquistare la comunità, coinvolgendo figure locali e sponsorizzando eventi comunitari. “Crediamo che nessun altro progetto creerebbe un impatto così grande come il nostro in termini di rilancio dell’economia locale, che, ancora una volta, in questo momento è stagionale”, ha spiegato Gerrity.

Il Coney non riguarda solo il gioco d’azzardo; mira ad essere un centro di intrattenimento poliedrico. “Da due anni parliamo con i residenti di Coney Island e Southern Brooklyn della necessità di un progetto che crei carriera, sostenga le imprese locali e centri l’intrattenimento attorno all’idea di un parco giochi che sia veramente accessibile alle persone”, ha aggiunto Gerrity.

Ultime Notizie

Back to top button