Olimpiadi-CIO respingono le critiche “diffamatorie” dall’Ucraina

Lunedì il Comitato olimpico internazionale ha respinto le feroci critiche dei funzionari ucraini, che lo hanno accusato di promuovere la guerra dopo che l’organismo ha affermato che ai russi potrebbe potenzialmente essere data l’opportunità di qualificarsi per le Olimpiadi di Parigi del 2024.

Il consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak nel fine settimana ha descritto l’organismo con sede a Losanna come promotore di “violenza, omicidi di massa, distruzione” e lunedì ha affermato che una presenza russa ai Giochi darebbe al paese “una piattaforma per promuovere il genocidio”.

“Il CIO rifiuta con la massima fermezza questa e altre dichiarazioni diffamatorie”, ha detto il CIO a Reuters in un comunicato. “Non possono servire come base per alcuna discussione costruttiva”.

Lunedì scorso, il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba ha attirato l’attenzione sul fatto che molti olimpionici russi avevano legami con l’esercito, anche gareggiando per club sportivi affiliati al ministero della Difesa.

“L’esercito che commette atrocità, uccide, stupra e saccheggia. Questo è chi l’ignorante CIO vuole mettere sotto bandiera bianca permettendogli di competere”, ha scritto Kuleba su Twitter.

La Russia ha negato le accuse secondo cui le sue forze hanno commesso atrocità in Ucraina.

Il CIO ha dichiarato la scorsa settimana di aver accolto con favore una proposta del Consiglio Olimpico dell’Asia per gli atleti russi e bielorussi di avere la possibilità di competere in Asia.

Ciò potrebbe potenzialmente includere anche eventi di qualificazione olimpica, dato che gli atleti russi e bielorussi non sono in grado di competere in Europa a causa di varie restrizioni e divieti, nonché dell’opposizione causata dall’invasione russa dell’Ucraina.

Il CIO ha poi aggiunto, tuttavia, che ciascuna federazione sportiva era “l’unica autorità per le sue competizioni internazionali”.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy ha dichiarato venerdì che l’Ucraina lancerà una campagna internazionale per impedire agli atleti russi di partecipare ai Giochi.

Il ministero degli Esteri russo ha affermato che qualsiasi tentativo di escludere Mosca dallo sport internazionale a causa di quella che definisce la sua operazione militare speciale in Ucraina è “destinato a fallire”.

Ultime Notizie

Back to top button