Orrore mentre una donna, 25 anni, precipita da quattro piani verso la morte nel vano ascensore dopo essere entrata nel vuoto quando le porte si aprono senza l’ascensore assente

Una donna si è precipitata da quattro piani ed è morta dopo essere entrata nel vano ascensore quando le porte si aprivano senza che l’ascensore fosse presente.

Clelia Ditano, 25 anni, è morta nelle prime ore di questa mattina nel suo condominio a Fasano, in provincia di Brindisi, nel sud Italia.

Si racconta che abbia premuto il pulsante dell’ascensore e abbia varcato la porta quando si sono aperte, senza accorgersi che l’ascensore non c’era.

La donna è caduta nel vuoto ed è atterrata sul tetto dell’ascensore, che si era fermato al primo piano, riferiscono i media locali.

Secondo i vigili del fuoco che ne hanno recuperato il corpo, è morta nell’impatto.

Clelia Ditano, 25 anni, è morta nelle prime ore del primo luglio nel suo condominio a Fasano, in provincia di Brindisi, nel sud Italia.

Secondo quanto riferito, ha premuto il pulsante dell'ascensore e ha varcato le porte quando si sono aperte, senza accorgersi che l'ascensore non c'era. I pompieri hanno detto che è caduta nel vuoto ed è atterrata sul tetto dell'ascensore, che si era fermato al primo piano

Secondo quanto riferito, ha premuto il pulsante dell’ascensore e ha varcato le porte quando si sono aperte, senza accorgersi che l’ascensore non c’era. I pompieri hanno detto che è caduta nel vuoto ed è atterrata sul tetto dell’ascensore, che si era fermato al primo piano

Clelia aveva pubblicato una foto con un top bianco sporco e una gonna abbinata sulla sua storia di Instagram poche ore prima di morire

Clelia aveva pubblicato una foto con un top bianco sporco e una gonna abbinata sulla sua storia su Instagram poche ore prima di morire

Il padre di Clelia ha tragicamente trovato il suo corpo questa mattina, dopo averle telefonato, sentendo squillare il telefono in ascensore.

Secondo i media locali, l’uomo ha allertato i servizi di emergenza, giunti sul posto intorno alle 8 del mattino.

Solo poche ore prima di morire, Clelia aveva pubblicato una foto su Instagram in cui indossava un top bianco sporco e una gonna coordinata, apparentemente pronta per la serata.

Ha anche condiviso un’immagine di se stessa in un abito nero, mentre il giorno della sua morte scriveva in tono agghiacciante: “Ecco cosa verrà”.

La 25enne, che faceva le pulizie in diversi bed and breakfast della zona, amava ballare e uscire, secondo i suoi amici.

Un’amica di nome Ilenia ha scritto in modo straziante in un omaggio a Clelia: “Non doveva andare così, dovevi realizzare tutti i tuoi sogni, la famiglia che volevi creare, trovare il vero amore…”

La 25enne, che faceva le pulizie in diversi bed and breakfast della zona, amava ballare e uscire, secondo i suoi amici

La venticinquenne, che lavorava come addetta alle pulizie in diversi bed and breakfast della zona, amava ballare e uscire, secondo i suoi amici

Ha anche condiviso un’immagine di se stessa in un abito nero (nella foto sopra), mentre scrive in modo agghiacciante il giorno della sua morte: “Ecco cosa verrà”.

Un’amica di nome Ilenia ha scritto in modo straziante in un omaggio a Clelia: “Non doveva andare così, dovevi realizzare tutti i tuoi sogni, la famiglia che volevi creare, trovare il vero amore…”

Il padre di Clelia (nella foto con la figlia nel giorno del suo 21esimo compleanno) ha ritrovato il corpo questa mattina dopo aver chiamato il suo telefono, che ha sentito squillare nell'ascensore

Il padre di Clelia (nella foto con la figlia nel giorno del suo 21esimo compleanno) ha ritrovato il corpo questa mattina dopo aver chiamato il suo telefono, che ha sentito squillare nell’ascensore

Ilenia ha affermato che la morte di Clelia lascerà un vuoto enorme nella sua vita poiché la giovane donna è stata “una parte fondamentale” della sua vita.

Un altro amico ha chiesto: “Come può qualcuno morire in questo modo?”. Un terzo ha aggiunto: “Nessuno merita di morire in questo modo”.

“Non doveva andare così… Bella e gentile, avevi una vita davanti a te”, ha commentato Betty, l’amica di Clelia, sotto l’ultima foto sull’account Instagram di Clelia.

Agenti di polizia e vigili del fuoco stanno lavorando insieme per scoprire perché le porte si sono aperte nonostante non ci fosse alcun ascensore e perché l’ascensore è rimasto bloccato qualche piano più in basso.

“Possiamo supporre un malfunzionamento del sistema di chiusura perché la porta dovrebbe aprirsi solo quando la cabina è al piano”, ha detto un investigatore ai media locali.

Ultime Notizie

Back to top button